Varese

Varese, Bandi per giovani, assessore Strazzi: una città più attrattiva per i ragazzi

Un momento della presentazione

Un momento della presentazione

Una città a misura di giovani, Varese non l’è mai stata. Ora l’Amministrazione comunale lancia la sfida di cambiare e di puntare proprio sui giovani, mettendo sul tavolo (o, meglio, nel bilancio) ben 30mila euro.

Una serie di azioni concrete stanno prendendo corpo: prima la nuova gestione della Piramide di piazza de Salvo affidata alla valente e giovane realta di Karakorum Teatro, poi la riqualificazione della Sala studio Forzinetti che affaccia su via Como, infine, questa mattina, la presentazione di due bandi comunali che vogliono sostenere la creatività e la progettualità giovanili (http://www.comune.varese.it/altri-bandi).

Il primo bando si intitola “Giovani ed idee di impresa” e vuole promuovere l’auto-imprenditorialità giovanile. Start up cercasi, con giovani o gruppi di giovani che, tra i 18 e i 35 anni, residenti o docmiciliati nel Comune di Varese, vogliano fare il salto in un’impresa che si impegni in uno dei seguenti temi:  valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, turismo, commercio-agricoltura-industria del gusto, arte-architettura-design-moda creatività.

“Con questo bando – spiega l’assessore ai Giovani, Francesca Strazzi – si vuole premiare la voglia dei giovani di mettersi in gioco, un passo del Comune con i giovani e verso i giovani. E senza calare progetti dall’alto, ma cercando di coinvolgere i giovani, partendo dal basso”.

Più originale il secondo bando comunale, dal titolo “Call for Ideas“, che ricerca idee e progetti relativi all’utilizzo degli spazi della palazzina in via Como, l’ex Einaudi. “Uno spazio – sottolinea la Strazzi – che già accoglie Informagiovani e Informalavoro, ma che potrà accogliere anche attività culturali e creative”. Non solo il bando richiede anche azioni che rendano Varese più attrattiva per i giovani. Infine idee legate alla mobilità internazionale di giovani da fuori verso la città e di varesini dalla città verso fuori.

Un tema di grande attualità, dato che, come fa notare il sindaco Davide Galimberti, “ci troviamo nella stessa area che sarà interessata al progetto sulle Stazioni”.

Al lancio dei due bandi, che saranno comunicati con il contributo dei ragazzi che frequentano l’Informagiovani, hanno partecipato anche due giovani consiglieri comunali di maggioranza: Maria Paola Cocchiere (Lista Galimberti) e Giacomo Fisco (Pd).

Per Maria Paola Cocchiere “è un’importante opportunità per i giovani a Varese, così come risulta importante creare sinergie tra il Comune e il mondo delle associazioni. Ora è importante comunicare queste iniziative e farle conoscere ai giovani, soprattutto perchè si tratta di idee che vengono dagli stessi giovani”. Sta a Giacomo Fisco spiegare che i fondi messi a disposizione dal Comune per i due bandi “sono risorse che arrivano dal governo, che le ha assegnate ai Comuni che ospitano richiedenti asilo, un bonus che per Varese è stato di 130mila euro, una parte del quale è stata rivolta alle politiche giovanili”.

 

 

23 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs