Varese

Varese, Stagione concertistica dell’Insubria, l’atteso ritorno di Roberto Plano

il pianista Roberto Plano

il pianista Roberto Plano

La Stagione concertistica dell’Università degli Studi dell’Insubria – rassegna musicale aperta a tutta la cittadinanza – ritorna con il secondo concerto, il Trio Manara, Travaglini, Plano, violino, clarinetto e pianoforte, venerdì 24 novembre 2017 alle ore 18.

Dopo il concerto di apertura dedicato al grande Astor Piazzolla con la Nuova Orchestra Ferruccio Busoni, segue un concerto con tre solisti d’eccezione: Francesco Manara è primo violino di spalla al Teatro alla Scala; Alessandro Travaglini è celebrato interprete del repertorio per clarinetto; Roberto Plano, varesino, ha una carriera internazionale consolidata e insegna alla prestigiosa Università di Boston.

Eseguiranno musiche di Milhaud, Chacaturjan, Bartok, Sollima. Il loro concerto promette scintille, parola del direttore artistico della rassegna, il maestro Corrado Greco.

A seguire il 15 dicembre è in programma un raffinatissimo concerto cameristico dedicato a musiche per violoncello e pianoforte di estrazione popolare. Sergio Patria e Elena Ballario ci condurranno in un viaggio musicale da Cassadò a Schumann, da Chopin a Piazzolla.

L’ingresso è libero e gratuito, fino a esaurimento posti.

16 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Stagione concertistica dell’Insubria, l’atteso ritorno di Roberto Plano

  1. Emiliano il 17 novembre 2017, ore 13:15

    Questa è la cultura “di qualità” che Varese dovrebbe avere, se solo lo meritasse.
    Quando mai Varese in passato ha avuto o prodotto un musicista (tolto il grande Giancarlo Menotti) di tale grandezza e levatura, degno di molti massimi pianisti del passato?
    Ma l’invidia – sentimento tutto italianissimo – e la mediocrità ha fatto sì che, giustamente, se ne andasse negli States, dove tutto ha una marcia in più.
    Complimenti a chi si gira sempre dall’altra e si comporta come lo struzzo.

Rispondi

 
 
kaiser jobs