Varese

Varese, Bentornato in città, Gianmarco. Cittadinanza onoraria a Pozzecco

Gianmarco Pozzecco

Gianmarco Pozzecco

Gianmarco Pozzecco è da ieri sera cittadino onorario di Varese. Lo ha stabilito, all’unanimità, il Consiglio comunale. Una proposta che è venuta dal leghista Marco Pinti, alla quale tutti i 28 consiglieri comunali presenti in Aula hanno detto di sì.

Una scelta a cui ha fatto seguito la dichiarazione, da parte del presidente Stefano Malerba, di raccogliere le firme anche per un’altra cittadinanza onoraria per un grande del basket varesino, Dino Meneghin.

Pozzecco ha vestito i colori della Pallacanestro Varese, dal ’94 al 2002, e con i colori bianco-rossi ha vinto il leggendario scudetto del ’99. Ma al di là dei meriti sportivi, come ha sottolineato Pinti nel suo intervento di presentazione, ci sono anche meriti umani, legati alla sensibilità sociale del giocatore ed allenatore.

Pinti ha ricordato le esperienze del Pozzecco “sociale”, sul fronte dei suoi interventi sulla prevenzione nelle scuole, ma anche della presenza accanto ai piccoli malati in ospedale.  Non solo: “è un po’, la mia, una proposta di marketing territoriale, dato che Pozzecco è sempre stato ambasciatore della nostra città”.

Il binomio Meneghin-Pozzecco è tornato nel dibattito in Aula. “Varese deve ad entrambi questi campioni – ha ben sintetizzato il consigliere Pd Fabrizio Mirabelli – un riconoscimento per il loro comune indissolubile legame con la città”. Semaforo verde alla cittadinanza a Pozzecco anche da parte di Tommaso Piatti, capogruppo della Lista Galimberti.

Poi il voto favorevole e unanime. “Bentornato a Varese, Gianmarco”, ha chiosato Malerba.

15 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs