Varese

Varese, Nominati i nuovi Cavalieri, cerimonia ufficiale in Prefettura

Silvio Botter, penna nera, e il Prefetto Zanzi

Silvio Botter, penna nera, e il Prefetto Zanzi

Questa mattina, nelle sale di rappresentanza della Prefettura a Villa Recalcati, unitamente ai Sindaci dei Comuni interessati, ai responsabili delle Forze dell’Ordine ed ai rappresentanti delle Istituzioni, sono state consegnate le onorificenze dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, conferite con Decreto del Presidente della Repubblica in data 2 giugno 2017, a 9 cittadini della provincia di Varese che si sono distinti per comportamenti volti a favorire il progresso civile e culturale della collettività, il dialogo e la coesione sociale, l’associazionismo e la solidarietà, il volontariato, la tutela del territorio e delle civiltà locali.

Sono stati ben nove i cittadini che hanno ricevuto le onorificenze dalle mani del Prefetto Giorgio Zanzi, che ha attribuito queste benemerenze civiche davanti ad un folto pubblico che ha applaudito i cittadini coinvolti nella cerimonia.

Ecco coloro che hanno ottenuto le onorificenze:

CAVALIERE UFFICIALE LUIGI ROBERTO BARION

Nato ad Arquà Polesine (RO) e residente a Gavirate, animato da poliedrici interessi, il Cav. Barion si è distinto in vari campi.

Fin da giovanissimo ha iniziato una collaborazione, dapprima con il settimanale cattolico “Luce” e poi con diversi quotidiani e numerose testate (settimanali e mensili) della provincia di Varese.

Iscritto dal 1973 all’Ordine dei Giornalisti, proprio in quegli anni ha fondato e diretto per un decennio due emittenti locali, tra le prime esperienze radiotelevisive libere in Lombardia.

E’ stato per due mandati Assessore nella Giunta del Comune di Varese, prima all’Ecologia, Ambiente e Servizi Sociali e successivamente all’Istruzione.

Nell’anno 2009, in occasione del 150° anniversario della Battaglia di Varese vittoriosamente combattuta dai Cacciatori delle Alpi, ha promosso la costituzione della “Associazione Varese per l’Italia – 26 maggio 1859” di cui è divenuto anche dinamico Presidente: tale organismo associativo è stato ed è animatore di apprezzate iniziative storico-culturali, in particolare nell’ambito della provincia di Varese, dedicate prevalentemente a studenti ed istituzioni.

Il Cav. Barion ha inoltre conseguito significativi riconoscimenti per la sua attività di filatelico e numismatico e per l’impegno nella diffusione della storia della cultura locale.

CAVALIERE UFFICIALE SILVIO BOTTER

Nato e residente a Varese ha rivestito importanti incarichi nel settore della contabilità e delle analisi presso la sede Enel di Varese.

A conclusione di un ciclo di studi intrapresi in tema di psicologia si è impegnato anche nel campo sociale occupandosi di nuove povertà.

Organizzatore per vocazione, ha partecipato alla fondazione del CTL-Comitato Tempo Libero di Varese ed è stato animatore fino al pensionamento delle attività associative dei dipendenti Enel, cofondatore dell’Associazione per la Lotta alle leucemie, Presidente dell’AVA-Associazione Anziani Varese, e dell’ANCESCAO Provinciale, coordinamento dei Centri Anziani della provincia.

Alpino fin nel profondo dell’animo, ha dedicato e dedica una parte consistente della propria esistenza al Gruppo Alpini di Varese di cui ha ricoperto varie cariche a livello locale e provinciale, entrando a far parte anche, quale componente, del Consiglio Nazionale dell’Associazione Alpini.

Antesignano nel campo della Protezione Civile, ha fondato negli anni ’90 il nucleo Protezione Civile Alpini Varese.

Dal 2007 è corista del Coro ANA Campo dei Fiori, di cui è stato anche tra i fondatori.

CAVALIERE UFFICIALE MARIA LUISA INVERSINI

Vice Prefetto, nasce a Gavirate e dopo aver conseguito la Laurea in giurisprudenza a pieni voti presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, entra nell’Amministrazione civile del Ministero dell’Interno.

Svolge il suo primo incarico presso la Commissione di Controllo sugli atti della Regione Lombardia.

Arrivata all’Ufficio di Gabinetto della Prefettura di Milano, si occupa per più di 15 anni di ordine e sicurezza pubblica ricoprendo contemporaneamente altri incarichi di primaria importanza, quali Dirigente dell’Ufficio Elettorale, Presidente della Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo, Ufficiale Rogante.

Dal 2011 è Presidente della Commissione Territoriale per la Protezione internazionale della Lombardia, organo deputato a decidere in merito alle istanze di protezione internazionale, funzione estremamente impegnativa e delicata nell’attuale momento storico caratterizzato dal notevole afflusso di migranti, per gli importanti risvolti di sicurezza e sociali.

Nella sua carriera ha vissuto in prima persona tutti gli avvenimenti degli ultimi decenni della vita milanese, ma non ha mai troncato i suoi legami con il tanto amato Varesotto, scegliendo Laveno Mombello – e Cerro in particolare – come suo rifugio.

Con l’avanzamento di grado nell’Ordine al Merito della Repubblica viene premiata la sua alta professionalità e il suo crescente impegno, che ha profuso e sta profondendo in tutti questi anni al servizio dello Stato, con fermezza, disponibilità, attenzione alle diverse situazioni, il tutto impreziosito da grande stile e grazia femminile.

CAVALIERE LUIGI BERTANI

Nato a Legnano e residente ad Oggiona con Santo Stefano, ha iniziato giovanissimo l’attività lavorativa frequentando con grande sacrificio corsi serali di disegnatore meccanico.

Entrato all’età di 18 anni alla “Franco Tosi” di Legnano ha lavorato per 25 anni alle dipendenze di quella prestigiosa Azienda con incarichi di lunga durata che lo hanno portato in varie parti dell’Italia ed all’estero.

Per passione ed avendo giocato in gioventù a calcio, oltre a dedicarsi alla Società del proprio comune di residenza, negli anni ’90 inizia una collaborazione con la Società Calcistica A.C. Milan presso la struttura di Milanello.

Sensibile all’impegno sociale e spinto da una vicenda familiare, è divenuto donatore di sangue, venendo insignito anche della Medaglia d’Oro e della Croce d’Oro AVIS.

Militare di leva presso il Battaglione San Marco della Marina Militare con orgoglio partecipa, quando possibile, a tutte le iniziative celebrative del Corpo.

CAVALIERE ANTONIO COVIELLO

Nato a San Nicola Manfredi (BN) e residente a Ferno, dal 1980 è alle dipendenze dell’Amministrazione Penitenziaria, prima come Sottoufficiale del Corpo degli Agenti di Custodia, poi come Ispettore del Corpo di Polizia Penitenziaria, venendo promosso nel 2013 a Sostituto Commissario.

Nel corso della carriera si è distinto per impegno, abnegazione e sensibilità nella gestione dei non facili rapporti con i detenuti.

Inviato in missione in vari Istituti Penitenziari d’Italia, è intervenuto in prima persona in diverse occasioni, risolvendo brillantemente situazioni a rischio che vedevano coinvolti detenuti e personale dell’Amministrazione Penitenziaria.

Attualmente svolge con grande apprezzamento le funzioni di Vice Comandante di Reparto e di Responsabile del Nucleo Traduzioni e Piantonamenti della Casa Circondariale di Busto Arsizio.

CAVALIERE CLAUDIO COZZI

Nato e residente a Busto Arsizio dopo la licenza media ha iniziato a lavorare nel reparto incisioni del Cotonificio Cantoni.

Animato da grande volontà e desideroso di migliorare la sua condizione ha frequentato corsi serali riuscendo ad ottenere il titolo di Perito Chimico. Con tale specializzazione ha prestato la sua opera presso importanti aziende tessili, realizzando anche un laboratorio colori per imitare con i coloranti appropriati il tono di colore dei tessuti sintetici.

Il Sig. Cozzi è uno splendido esempio di lavoratore che grazie alla propria intraprendenza, impegno, lealtà e capacità di innovazione ha contribuito alle fortune delle industrie presso cui ha lavorato.

CAVALIERE DARIO DELCURATOLO

Nato e residente a Varese in servizio presso la Polizia Locale di Varese con il grado di Assistente, il sig. Delcuratolo si è sempre distinto per impegno, disponibilità e correttezza, dimostrando spiccato spirito d’iniziativa e non comuni capacità relazionali nei rapporti con la cittadinanza.

Tali doti hanno reso particolarmente apprezzata l’attività svolta con grande passione dall’Assistente Delcuratolo in qualità di Docente del Nucleo di Educazione Stradale negli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado di questa provincia, nell’ambito del progetto E.A.S. (Educare alla Sicurezza).

Studioso di storia, a inizio anni ’90, ha avviato una ricerca presso gli archivi della Città del Vaticano che lo ha portato, nel 2006, a pubblicare il volume “Storia della Guardia Svizzera Pontificia”.

Per tale sua passione si è assunto l’incarico di storico del Corpo di Polizia Locale di Varese curando la realizzazione di studi sulla vita del Corpo.

CAVALIERE GIORGIO PICCOLO

Nato Portogruaro (VE) e trasferitosi a Cuveglio con la famiglia ancora in giovane età, è laureato in Scienze Politiche. L’amore per il suo territorio e la grande passione per la politica lo ha portato già all’età di 26 anni ad assumere l’incarico di consigliere comunale.

Da allora, coniugando l’impegno pubblico con la sua attività lavorativa, ha ininterrottamente svolto con diversi ruoli l’amministratore del suo Comune, fino a diventarne Sindaco dal 2009.

Parallelamente ha ricoperto incarichi nella Comunità Montana della Valcuvia, ora trasformatasi in Comunità Montana Valli del Verbano, di cui è dal 2015 Presidente.

Il Dott. Piccolo si è distinto nel tempo per il costante, assiduo e disinteressato impegno a favore della comunità di cui fa parte, dimostrando alti valori morali, elevato rispetto delle istituzioni ed ampia disponibilità nell’affrontare e risolvere i bisogni collettivi ed individuali della cittadinanza, anche al di fuori delle strette competenze connesse al suo mandato.

Tra le opere pubbliche cui ha dato impulso vanno ricordate la realizzazione della sede della locale Protezione Civile, del Gruppo Alpini e della Biblioteca Civica.

A ciò vanno aggiunte meritorie attività di natura socio-culturale.

CAVALIERE PIERLUIGI TRIVERO

Nato a Sala Monferrato (AL) e residente a Fagnano Olona ha iniziato da giovane a lavorare nel settore tessile, conseguendo con impegno e sacrificio, sia nel lavoro che nello studio, il diploma di Perito Magliere.

Grazie a tale specializzazione ed alle capacità di innovazione nelle tecniche di produzione, il Sig. Trivero è divenuto un apprezzato esperto nel campo dei telai per maglieria, lavorando per primarie aziende del settore con qualifiche di Direttore Tecnico e di Capo Reparto.

Le necessità delle aziende lo hanno portato anche ad occuparsi con eccellenti risultati dei settori vendita e marketing

La passione per la professione e la disponibilità a condividere le esperienze lo hanno spinto a trasferire agli altri il proprio sapere attraverso l’attività di insegnamento presso Istituti Tecnici e ad assumere importanti incarichi consulenziali.

11 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi