Varese

Varese, Il Comune “aggiusta” il Piano della sosta in vista del Consiglio comunale

autoDopo polemiche e proteste il piano “Varese si muove” è oggetto di qualche “aggiustamento”. Ne ha parlato questa mattina l’assessore alla partita Andrea Civati che ha detto: “A due mesi dalla sua entrata in vigore è venuto il momento di fare il tagliando e di introdurre qualche miglioramento”.

A quanto dice l’assessore, nella riunione della giunta di ieri i cambiamenti introdotti sono passati all’unanimità. Si chiude così la FASE 1 e si apre la FASE 2.

Quanto agli “aggiustamenti”, l’assessore Civati li ha fatti precedere da una fotografia molto positiva ed ottimista della situazione: “Sono stati due mesi importanti per la città. C’è stata una riduzione del traffico nelle ore di ingresso (dalle 7 alle 9 del mattino); in molti hanno scelto mezzi di spostamento diversi dall’auto, come ha confermato il dato di Autolinee Varesine sull’aumento degli abbonamenti soprattutto acquistati da chi proviene dall’esterno; si è verificata una rivoluzione del trasporto pubblico locale con il Park & Bus”. Uno strumento, quest’ultimo, che viene utilizzato da 250 utenti, e ciò senza infrazioni, come è stato concluso dopo i controlli.

Infine notizie positive (almeno secondo l’assessore) anche sul fronte dell’utilizzo nei primi tre giorni del bike sharing libero. “Dati significativi sull’utilizzo”, dice Civati, ma poi spiega che vengono dalla società che gestisce il servizio.

Veniamo ai “miglioramenti” del piano della mobilità, che l’assessore dice derivare dalle “osservazioni arrivate da ogni parte, anche da parte dei gruppi consigliari”. Civati auspica che in Aula, nella prossima seduta, non ci siano “posizioni ideologiche”. Un auspicio che cade sulle sedute del Consiglio del 14 e 15 novembre, che vedono all’ordine del giorno ben 13 mozioni presentate su parcheggi e mobilità.

Innanzitutto è stata introdotta una zona di sosta gratuita in prossimità di alcune scuole dalle 8 alle 9 del mattino: le vie interessate sono Procaccini, Cairoli, Como, Monastero Vecchio, Conciliazione, San Giusto, Bixio. Agevolati anche gli studenti serali con la sosta gratuita, a partire dalle ore 18, in via Bertolone.

Ampliate poi le aree per gli abboinamenti degli utenti frequenti  mensili ed annuali, e questo nell’area del teatro, in via Bertolone, in via Dante, in via Sant’Antonio a Casbeno. Estensione anche a Giubiano, in via Maspero e in via Gradisca e questo, come dice l’assessore Civati, per agevolare i lavoratori dell’ospedale Del Ponte.

C’è poi il caso di piazzale Meucci a Casbeno, per la quale Civati dice che è stato scritto alle Ferrovie Nord per consentire un uso promiscuo del piazzale. In attesa della risposta, il Comune ha stabilito che dalle ore 18 si potrà parcheggiare gratis.

Ancora: nei permessi residenti saranno segnate due targhe di auto, purchè appartenenti allo stesso nucleo famigliare. Infine, in vista degli acquisti natalizi, è allo studio un progetto che agevolerebbe negozianti e clienti. Ma tutto è rinviato ad una prossima occasione.

Per quanto poi riguarda la FASE 2 arriva da Civati una notizia positiva: 350 mila euro saranno utilizzati per dare una sistemata ai marciapiedi, che in alcune zone sono dei veri gruviera.

 

 

 

 

10 novembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs