Varese

Varese, La fabbrica della memoria, al Nuovo spettacolo su industrie e operai

Un momento dello spettacolo

Un momento dello spettacolo

Lo spettacolo LA FABBRICA DELLA MEMORIA è in programma al Teatro Nuovo il 9 novembre alle ore 21- uno spettacolo che si inserisce nel cartellone della bella rassegna Note di Scena, in collaborazione con Un posto nel mondo e con il patrocinio del Comune di Varese. Lo spettacolo è stato rappresentato per la prima volta nel 2011 con una versione più asciutta ma che affrontava anche il periodo delle dismissioni delle fabbriche.

“La Fabbrica della Memoria”, da un’idea di Sara Valota, è realizzato dall’Associazione IL CAMALEONTE. Lo spettacolo nasce dall’osservazione dei cambianti urbanistici e sociali avvenuti negli ultimi trent’anni in Sesto San Giovanni. Dall’essere una città industriale con un tessuto sociale ben definito a una città che sta costruendo la sua nuova identità, peraltro non ancora esplicitata e che per far questo non può far a meno del proprio passato. “La memoria di una città è la base del suo futuro”(G. Oldrini)
Lo spettacolo vuole essere uno strumento per far conoscere la storia di Sesto San Giovanni e in particolar modo la vita dei sestesi nel periodo delle grandi industrie. Utilizzando linguaggi e tecniche d’espressione moderne, video installazioni, fotografie, danza contemporane.

Lo spettacolo è stato replicato al Carroponte come chiusura degli eventi programmati dall’Arci Milano per l’estate 2012. Viene rivisitato in occasione del 70esimo della Liberazione dando più risalto alle azioni operaie durante la seconda Guerra Mondiale e messo in scena presso lo spazio Mil di Sesto S. Giovanni (novembre 2015) in collaborazione con CGIL e ANPI per la Giornata della Memoria.

E’ stato spettacolo di punta del Festival “A dos de Libellule” Nanterrre Parigi per due anni consecutivi 2016- 2017 edè stato presentato in più occasioni per le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado.

 

 

31 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs