Varese

Varese, Nature Urbane, la maggioranza dà 10 e lode alla prima edizione del festival

I consiglieri di maggioranza

I consiglieri di maggioranza

Maggioranza di centrosinistra ai Giardini per ribadire il successo del festival Nature Urbane, che si è concluso a Varese. Questa mattina i rappresentanti dei partiti e dei gruppi che sostengono il sindaco Galimberti hanno dato appuntamento proprio nel punto in cui è avvenuta la lettura del Barone Rampante di Calvino, che ha iniziato e ha concluso il festival.

“Oltre al bilancio amministrativo, vogliamo fare un bilancio politico – dice Luca Paris, segretario cittadino Pd e consigliere comunale -. E’ stato un vero successo e vogliamo ringraziare tutti i partecipanti, varesini e non. Il successo è l’effetto della determinazione della maggioranza e prodotto di un’amministrazione che ha lavorato bene e fa bene sperare”.

Valerio Crugnola, consigliere di Varese 2.0, non ha fatto giri di parole: “Il festival ha chiuso con la lunga inerzia provincialista, grazie ad un rapporto con professionisti e segnando una discontinuità nella storia di Varese. E’ stato un test organizzativo, occasione per ridefinire gli apparati amministrativi nel senso di un lavoro per obiettivi”. Duro il cenno di Crugnola sulla Fiera Campionaria: “Va riqualificata cercando una sinergia con il festival”.

Per Enzo Laforgia (consigliere del Progetto ConcittaDino) “il festival ha senso se la politica amministrativa converge verso visioni ambientali”, mentre la consigliera della Lista Galimberti, Maria Paola Cocchiere ha rimarcato l’interesse del festival per famiglie, bambini e scuole. Il capogruppo della Lista Galimberti, Tommaso Piatti, ha invece sottolineato il “gioco di squadra” in maggioranza che sta dietro al festival.

Angelo Del Corso, presidente di Varese 2.0, ha auspicato che il festival porti consiglio su Pgt e Piano Sosta. “Ci siano cioè ricadute del festival sulla governabilità”. Del Corso ha parlato di un Comitato scientifico che si occupi della prossima edizione del festival. “Non un festival estemporaneo – dice Luca Conte, capogruppo del Pd -, ma una manifestazione capace di cogliere una peculiarità della città (parchi e giardini), oltre che un tema di assoluta attualità”. “Un importante momento culturale” per Emilio Corbetta, consigliere Pd.

Il consigliere Pd Francesco Spatola ha colto l’importanza della lettura en plein air di Calvino: “il protagonista del romanzo di Calvino ci dice che c’è un altro punto di vista, ci si può ribellare in maniera positiva. Nel caso di Varese, ribellare ad inerzia e immobilismo del passato”.

 

 

 

14 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs