Varese

Varese, Stazione Unica Appaltante, finora convenzionati 105 Comuni

cantiereTra i servizi che in Provincia di Varese funzionano bene c’é la stazione unica appaltante (SUA). E questo nonostante i consistenti tagli alle risorse cui l’Ente provinciale é stato sottoposto negli ultimi anni.

Attraverso la stipula di una convenzione, ogni Comune può delegare alla SUA le proprie singole procedure di gara relative a lavori, forniture o servizi, ed in modo particolarmente flessibile, scegliendo un livello di delega diverso a seconda delle diverse tipologie di gara e collaborando operativamente con la SUA per la definizione dei parametri e delle tempistiche della stessa. Completa il quadro il supporto totale sotto il profilo giuridico-amministrativo dato dalla Stazione unica al Comune interessato.

Dal gennaio del 2017 ad oggi, sono 12 i nuovi Comuni che si sono convenzionati con la SUA (Porto Valtravaglia, Comabbio, Lozza, Casorezzo, Santo Stefano Ticino, Robecco sul Naviglio, Gavirate, Castiglione Olona, Coquio Trevisago, Arcisate, Azzio, Caravate). Altri tre Comuni sono in fase di firma della convenzione. Per i Comuni convenzionati, si realizza un risparmio importante in termini economici, di tempo e per le spese relative al personale. ll totale dei Comuni convenzionati é ora di 105.

La SUA della Provincia di Varese consente ai Comuni convenzionati di garantire la continuità di molti servizi al cittadino (per esempio refezioni scolastiche, servizi educativi, asili nido, raccolta rifiuti) e di tutti i servizi strumentali all’operatività del Comune (es.servizio di tesoreria, servizi assicurativi ), nonché l’espletamento di gare per ogni tipo di lavoro pubblico (come il rifacimento delle strade o gli interventi sugli edifici scolastici).

Nel corso del 2017 sono state avviate dalla SUA, e nella maggior parte dei  casi già portate a compimento, ben 94 gare d’appalto. Di esse, 80 sono quelle richieste dai Comuni e 14 quelle svolte per conto della Provincia. Molte delle gare prese in carico dalla Stazione unica riguardano appalti “sopra soglia”, dove le procedure sono estremamente complesse. In particolare nel settore dell’ igiene urbana, ma anche dei servizi di pulizia e delle concessioni di pubblica illuminazione.

Particolarmente impegnativo per la SUA é stato il periodo estivo, nel quale sono state condotte, su richiesta di numerosi Comuni, molte gare relative alla ristorazione ed in generale a tutti i servizi scolastici, da chiudersi naturalmente prima dell’inizio di settembre. I termini dell’inizio dell’anno scolastico sono stati rispettati in tutte le procedure avviate, grazie all’impegno ed alla professionalità del personale provinciale.

La Stazione unica appaltante provinciale diventa quindi sempre più un’ opportunità strategica per i Comuni, in termini di economicità, efficienza, efficacia e trasparenza.

Luca Paris – Consigliere Provinciale con delega alla Stazione Unica Appaltante

 

10 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs