Gallarate

Gallarate, Confartigianato presenta la proposta di legge “Aree di confine”

doganaIntrodurre un regime fiscale incentivante per i lavoratori che risiedono in Italia e sono occupati in aziende con sede legale nei territori di confine per far fronte al “dumping salariale” esercitato dalle imprese del Canton Ticino e frenare il rischio di desertificazione economica nelle aree del Luinese e della Valcuvia.

È chiaro l’obiettivo della proposta di legge “Aree di Confine” messa a punto da Confartigianato Imprese Varese per affrontare le criticità affrontate quotidianamente dalle aziende attive in un comparto già penalizzato dal punto di vista infrastrutturale e dell’offerta formativa specificamente mirata al settore manifatturiero.

L’intervento rientra nel progetto “ImpresAperta” e segue un’audizione sul tema in Commissione Attività Produttive del Consiglio Regionale della Lombardia e due Tavole Rotonde promosse da Confartigianato con una quindicina di aziende della zona.

La proposta di legge – e una bozza di progetto formativo studiato a misura delle esigenze delle aziende locali – verrà presentata ai rappresentanti della provincia di Varese in Regione e in Parlamento

VENERDI’ 13 OTTOBRE alle ORE 9 nella nuova SALA CONVEGNI della sede di Confartigianato Varese a GALLARATE  (viale Milano, 69 – Ampio parcheggio libero e gratuito a disposizione dei partecipanti).

Alla presentazione saranno presenti Davide Galli, presidente di Confartigianato Imprese Varese, Mauro Colombo, direttore generale di Confartigianato Imprese Varese, i responsabili di AreaLavoro, amministrazione del personale e formazione dell’associazione oltre ad alcuni imprenditori del Luinese e agli eletti nel consiglio provinciale di Confartigianato Varese.

9 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs