Lettere

Ottobre di sangue, polemica nell’Anpi

resistenzaLeggo con stupore il comunicato della presidente provinciale di Anpi contro il Sindaco di Varese, un comunicato che falsa quanto realmente accaduto, non essendo vero che il Sindaco Galimberti abbia stravolto quanto concordato, ma anzi è la Signora De Tomasi che ha rifiutato alcun confronto, non partecipando ad un incontro indetto dal Sindaco per organizzare la celebrazione e pretendendo che fosse Lei a decidere chi poteva parlare e chi doveva essere escluso.

Purtroppo, da quando la maggior parte di coloro che davvero fecero la Resistenza, le vere partigiane ed i veri partigiani, non sono più fra noi e non sono la testa ed il cuore di Anpi, questa associazione è stata trascinata su posizioni di polemica e contrasto politico, anche nella nostra provincia.

La Signora De Tomasi, dopo aver cercato di sminuire il successo delle iniziative messe in campo per il XXV Aprile da Anpi Varese e dalla Amministrazione Galimberti, che ha dato ulteriore solennità alla celebrazione riportandola a Palazzo Estense, cuore del nostro Comune, dopo aver attivamente contribuito a spingere alle dimissioni la Presidente della Sezione di Varese, Prof.sa Giromini, ha inibito l’attività della sezione, cercando di ricavarsi uno spazio di condizionamento, rifiutando che l’oratore fosse un noto esponente della cultura antifascista locale, rifiutando che potesse partecipare l’Istituto Calogero Marrone, di cui si è appena costituita la sezione cittadina.

È la scelta della Presidente provinciale di Anpi ad offendere la memoria di chi davvero combatté per la libertà, strumentalizzando la loro memoria a fini di lotta politica: negli anni passati chi aveva occupato il posto oggi tenuto dalla Signora De Tomasi non avrebbe mai preteso un potere di condizionamento per sé, ma avrebbe apprezzato l’impegno di un Sindaco che in prima persona vuole tenere alti non solo la memoria, ma i valori della Resistenza.

Angelo Zappoli

Vicepresidente Sezione ANPI “comandante Claudio Macchi” Varese

7 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi