Varese

Varese, Sessant’anni dal lancio dello Sputnik, un evento alla Sala Montanari

sputnikSabato sera 7 ottobre alle ore 21, presso la Sala Montanari del Comune di Varese, in via dei Bersaglieri (vicino al Tribunale) la Società Astronomica “G.V.Schiaparelli” celebrerà i 60 anni dal lancio del primo satellite costruito dall’uomo, lo Sputnik.

Era il 4 ottobre del 1957 quando i sovietici riuscirono a mandare in orbita questa piccola sfera di alluminio dal diametro di 58 cm, contenente due trasmittenti da 1 watt di potenza, batterie, un termometro e quattro antenne da 2.5 m. Sputnik effettuò circa 1400 orbite intorno alla Terra, per poi disintegrarsi nell’atmosfera 3 mesi dopo il lancio. Fu l’inizio dell’esplorazione spaziale, di un’appassionante avventura che ha portato l’uomo sulla Luna e che ancora continua oggi.

Il dott. Giuseppe Palumbo, storico dell’astronautica, introdurrà il contesto storico per poi dare il via alla visione del film “Cielo d’ottobre”. In una sera di ottobre del 1957, un ragazzo della Virginia, Homer Hickam, vede passare in cielo lo Sputnik. Ne rimane impressionato tanto da desiderare di poter lavorare, un giorno, nel nascente campo dell’astronautica. Purtroppo il destino di tutti i ragazzi del suo paese è di lavorare in miniera, e Homer viene spinto ad intraprendere questa attività dal padre, minatore lui stesso, che non vede di buon occhio le aspirazioni del figlio.

Ma Homer comincia a studiare sodo e riesce, insieme ad alcuni compagni di classe, a costruire un piccolo razzo. La sua grande passione e perseveranza lo porterà a vincere una borsa di studio. Questa è la storia vera di un ingegnere della NASA, un esempio che dimostra come l’impegno possa portare a realizzare i propri sogni. Concluderà la serata il dott. Palumbo con una breve spiegazione di alcune particolarità e curiosità del film. La serata è aperta a tutti, ed è gratuita.

4 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs