Varese

Varese, Nature Urbane, un festival anche a misura delle giovani generazioni

bimbiiiiOltre 1500 alunni di Varese alla scoperta dei parchi e delle bellezze naturali di Varese. Questa mattina il programma di Nature Urbane era interamente dedicato a loro, ai bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Varese che, accompagnati da agronomi e forestali del Comune di Varese, hanno esplorato i tanti parchi cittadini.

Oltre 40 le visite effettuate alla scoperta dei parchi di villa Baragiola, Mantegazza, Toeplitz, Giardini Estensi, Parco Mirabello, Parco Augusta e Parco Mylius: un intenso programma che è stato molto apprezzato da tutti i piccoli alunni varesini.

Un’iniziativa di educazione al paesaggio per regalare ai bambini un’incantevole esperienza immersi nella natura e nella cultura, illustrando in un’atmosfera ludico-didattica gli alberi monumentali, i meravigliosi giardini, le fontane storiche, le vasche, i giochi d’acqua, le peculiaritá storico-artistiche, le curiositá e le diverse specie di flora e fauna che si possono trovare nei parchi pubblici della Città Giardino.

“Questo evento straordinario per la Città ha un focus particolare sull’educazione e quindi su bambini, famiglia e scuola – ha detto l’assessore ai Servizi educativi, Rossella Dimaggio – Un evento dedicato alle giovani generazioni che è stato un’occasione per attraversare Varese con occhi diversi diventando un momento di suggestione formativa ed emotiva da condividere con i più piccoli. Nature urbane è la dimostrazione che la cultura, l’arte, il paesaggio e la città si possono e devono aprirsi anche ai piccoli cittadini e alle piccole cittadine in tutta la loro prorompente bellezza”.

Questa mattina sono state ben 15 le scuole primarie coinvolte: Bosco, Canziani, Morandi, Pascoli, Foscolo, Fermi, Baracca, Parini, Garibaldi, Addolorata, IV Novembre, Marconi, Medea, Mazzini, Carducci. Per un totale di 28 visite e circa 1000 bambini coinvolti.

Le scuole secondarie coinvolte erano invece la Dante, Anna Frank, Einaudi, Scuola media Makula per un totale di 8 visite in inglese e circa 200 ragazzi.

La novità assoluta è rappresentata però dalla prima esperienza fuori dalle aule per i bambini che frequentano il doposcuola delle scuole che hanno potuto effettuare ben 7 visite nei parchi e sono stati coinvolti circa 300 bambini. Le scuole che hanno aderito sono state: Medea, Baracca, Canziani, Mazzini, Cairoli, Busca e Sacco.

Le visite sono state condotte dai Forestali del Comune di Varese, Pietro Cardani e Chiara Barolo, dall’agronoma Ilaria Merico e dall’architetto Valeria Marinoni. Le guide in inglese sono state eseguite invece da Archeologistics all’interno del progetto Cult City.

3 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs