Laveno

Laveno, Serata per ricordare il professor Francesco Ottone

 

Laveno

Laveno

Coltivare la memoria collettiva in un Paese che non ne ha é un dovere assoluto prima che sia troppo tardi. Con questa parola d’ordine, domani sera, 29 settembre, alle 20,30, nella sede del Palazzo Comunale di Laveno Mombello, a un anno dalla scomparsa, sarà ricordato il professor Francesco Ottone, docente, consigliere comunale del centro-sinistra ma soprattutto cultore rigoroso e appassionato di storia locale, quella che affonda le sue radici nella lunga lotta contro il fascismo.

Aveva infatti fondato con un gruppo di amici, fra cui il professor Giuseppe Musumeci e Franco Giannantoni, il “Cunta Su”, un foglio bimensile, distribuito gratuitamente a Laveno e nella zona del lago Maggiore, ricco di informazioni e di storie locali.

Interverranno fra gli altri, con la vedova Maria Antonietta Bisortolo e il figlio Lucio, il sindaco Jelmini,  Ester De Tomasi, presidente dell’Anpi provinciale e Franco Giannantoni che illustrerà la figura.dell’intellettuale lavenese.

Alcune studentesse leggeranno brani tratti dai libri di Ottone, fra cui “Il Misto”, la drammatica storia del nonno materno antifascista, perseguitato politico, confinato a Ponza, partigiano e sindacalista della ceramica; “Solo andata”, la ricostruzione dei volti del 51 ragazzi, in gran parte operai delle Imprese Ceramiche, inviati da Mussolini a morire sui vari fronti di guerra; “O gamba o balun”, la carriera di due calciatori locali, Spertini e Riva, militanti nelle serie inferiori, che illustra la siderale distanza del calcio di ieri e di oggi.-

La serata sarà allietata dai canti del Coro “La Volante Cucciolo” nel nome di un giovanissimo partigiano caduto nella Resistenza dell’Ossola.

28 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs