Legnano

Legnano, Ivo Paiusco presidente dell’Associazione Alcide De Gasperi

Ivo Paiusco

Ivo Paiusco

Il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione Alcide De Gasperi di Legnano, nominato nell’assemblea dello scorso giugno, ha provveduto alla definizione delle cariche sociali per il triennio 2017-2020. Ivo Paiusco, già subentrato nel dicembre 2016 ad Antonio Pariani, è stato riconfermato presidente all’unanimità, mentre Roberto Trucco, socio fondatore, è stato eletto vicepresidente. Daniela Bottacini confermata tesoriere dell’Associazione.

Gli altri componenti del Consiglio Direttivo sono Camillo Marazzini, Luca Mondellini, Giovanni Patti e Alessandro Rizzo.  Rinnovato completamente anche il Collegio dei Revisori che ora risulta composto da Massimiliano Giani, presidente, Emilio Calloni e Francesco Ciocca.

Per l’occasione sono state assegnate alcune deleghe, in particolare per i rapporti con: la stampa (Alessandro Rizzo), i social media (Luca Mondellini), i giovani (Giovanni Negri) e la realtà ecclesiale (Ivo Paiusco). Attribuite anche le deleghe per logistica della sede (Giovanni Patti) e l’archivio e la documentazione libraria (Roberto Trucco).

«Con questo nuovo Consiglio Direttivo abbiamo provveduto ad un rinnovamento che proseguirà nei prossimi anni – ha affermato il presidente Ivo Paiusco -. Il primo impegno è portare a termine in questo scorcio d’anno le iniziative per il ventennale. La nostra principale preoccupazione è sul versante educativo, del lavoro e dei giovani. Intendiamo essere aperti ad un confronto con tutte le realtà presenti sul nostro territorio, in particolare quelle associative, per contribuire alla crescita, soprattutto nei giovani, di una responsabilità nei confronti della realtà tutta, che parta da quanto di positivo ci è stato trasmesso. L’impegno nel sociale e nella politica è un aspetto importante di questa responsabilità che ci sta molto a cuore, anche se non è nostra intenzione avventurarci o essere collaterali ad esperienze politiche specifiche. I nostri soci sono liberi di vivere queste appartenenze, purché non contraddicano lo scopo sociale e la dottrina sociale della Chiesa. Di fronte alle sfide del nostro tempo, che sono sotto gli occhi di tutti, l’esperienza condivisa della fede cristiana non ci permette di essere pessimisti o ripiegati su noi stessi.»

Il primo appuntamento pubblico, aperto anche ai non soci, è in calendario per giovedì 12 ottobre con un incontro dedicato al tema delle autonomie regionali che vedrà la partecipazione del dottor Walter Viola, vicepresidente del Consiglio Provinciale della Provincia Autonoma di Trento, che per l’occasione verrà intervistato da Luigi Crespi, giornalista de La Prealpina e profondo conoscitore della realtà locale.

26 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs