Varese

Varese, Scuole coinvolte per raggiungere il top della differenziata

La presentazione della campagna in Salone Estense

La presentazione della campagna in Salone Estense

La Raccolta Differenziata a Varese è ormai una realtà consolidata che, tuttavia, ha ancora bisogno di essere migliorata – in particolare per alcune tipologie di rifiuti, categorie di utenza e zone della Città – con l’obiettivo di passare dall’attuale 62% al target del 65% fissato dalla Regione Lombardia per il 2020.

Per questa ragione, nell’ambito della campagna di comunicazione “Varese manca poco”, ASPEM ha deciso di avviare un percorso di ascolto e coinvolgimento rivolto in particolare a quattro diverse tipologie di utenza, centrali per il raggiungimento dell’obiettivo: amministratori di condominio, associazioni di stranieri, residenti e attività commerciali del centro cittadino e le scuole.

Per le prime tre, la prima fase di questo percorso di coinvolgimento si è conclusa con la sottoscrizione pubblica di una Carta degli impegni. ASPEM ha avviato le azioni necessarie a dare attuazione agli impegni previsti e concordati entro la fine dell’anno in corso, in particolare la pubblicazione di un vademecum informativo profilato per target e la realizzazione di una formazione mirata rivolta agli operatori per migliorare alcuni aspetti del servizio e la relazione con l’utenza.

Anche per il mondo delle Scuole – quelle di ogni ordine e grado del Comune di Varese – sono stati organizzati due incontri tra il mese di maggio e giugno. Il primo ha avuto l’obiettivo di rilevare osservazioni, consigli e difficoltà incontrate nella raccolta dei rifiuti direttamente da Dirigenti scolastici, Docenti, Rappresentanti dei genitori e degli studenti.

Il secondo ha attivato un vero e proprio dialogo tra tutti i soggetti coinvolti (cosiddetti stakeholder) per individuare in modo condiviso le soluzioni migliori da mettere in campo per facilitare, motivare e responsabilizzare ciascuno a fare la propria parte per il raggiungimento dell’obiettivo comune.

In più rispetto agli altri Tavoli di incontro e confronto, data la centralità del target e grazie alla collaborazione ed al finanziamento di A2A e Comieco, è stata offerta alle scuole la possibilità di attivare un progetto pilota per migliorare la gestione della Raccolta Differenziata all’interno degli edifici scolastici che prevede il potenziamento degli strumenti di informazione e comunicazione per tutte le scuole del territorio e che coinvolgerà direttamente gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado nell’anno scolastico 2017/2018.

Nel mese di giugno è stata inviata a tutte le scuole secondarie di secondo grado di Varese la comunicazione per il lancio dell’iniziativa unitamente al modulo di adesione. Le prime candidature al progetto sono pervenute dal Liceo Classico Cairoli e dal Liceo Scientifico G. Ferraris che parteciperanno in veste di “istituti pilota”.

A partire da gennaio 2018, il progetto si estenderà alle altre scuole secondarie di secondo grado di Varese candidatesi a partecipare: il Liceo Artistico Statale Frattini, l’Istituto statale paritario De Filippi e l’Istituto professionale Einaudi, arrivando a coinvolgere oltre 4 mila studenti. La fase pilota prevede l’allestimento di isole ecologiche composte da un contenitore per la plastica e uno per la carta, indicativamente ogni 100 alunni.Inoltre, sono previsti contenitori per la carta da posizionare in ogni classe.

Per rafforzare il patto di alleanza sul raggiungimento del 65% di Raccolta Differenziata tra ASPEM, Comune di Varese e tutti i soggetti che vivono e lavorano in Città, anche il percorso con le Scuole culminerà con la sottoscrizione ufficiale di una Carta degli impegni nella quale sono esplicitati – in modo trasparente e verificabile nel tempo – criticità e soluzioni rilevate, azioni da realizzare e tempi, rispettive responsabilità e risultati di miglioramento attesi.

La sottoscrizione non rappresenta dunque la conclusione della campagna, ma una tappa fondamentale per strutturare una collaborazione sistematica tra Cittadini e Istituzioni e rilanciare l’impegno della Comunità. La Carta degli impegni sarà sottoscritta ufficialmente lunedì 25 settembre 2017 alle ore 14.30 presso la Sala Consiglio del Comune di Varese, alla presenza del Sindaco di Varese, Davide Galimberti, dell’Assessore alla Tutela Ambientale, Dino De Simone, dell’Assessore ai Servizi Educativi, Rossella Dimaggio, del Presidente di ASPEM S.p.A., Alessandro Azzali, dell’Amministratore Delegato di ASPEM S.p.A., Francesco Forleo, della Responsabile CSR e Prodotti Editoriali di A2A, Anna Villari, del Direttore Generale di COMIECO, Carlo Montalbetti e dai Rappresentanti delle Scuole e degli Studenti che hanno partecipato al percorso.

25 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi