Varese

Varese, Consiglio provinciale, riparte società Alfa. Verso una tariffa unica (più alta)

acquaApprovato questa sera all’unanimità il Consuntivo del 2016 e il Bilancio preventivo anni 2017-2019 dell’Ufficio d’Ambito nel corso della seduta del Consiglio provinciale di Varese.

Approvato anche lo Schema che regola il sistema tariffario per il gestore unico del servizio idrico: «Con l’atto di questa sera si chiude una fase complessa che in questi quattro anni ha rallentato la costituzione del gestore unico del servizio idrico di provincia di Varese – ha dichiarato il Consigliere provinciale Valerio Mariani –. Con questa delibera l’impegno di Aspem è quello di ritirare i ricorsi al Tar e consentire ad Alfa di ripartire con il piano di aggregazioni dei 116 Comuni.

Essi attendono che dai loro bilanci possa essere eliminata la parte di gestione degli acquedotti, che in questi anni per molti di loro ha significato grossi impegni di bilancio. Con le prossime aggregazioni Alfa potrà attuare quegli investimenti richiesti sul Piano delle infrazioni europee e degli investimenti che molti acquedotti e impianti fognari della provincia attendono da tempo.

Il Consiglio provinciale dopo la conferenza dei sindaci ha approvato a larga maggioranza il provvedimento segnando ancora una volta che un tema così importante come quello del servizio idrico non può essere strumentalizzato per fini elettorali. Con la decisione di questa sera si sono fissati anche i criteri di una tariffa che nei prossimi due anni diverrà unica su tutto il territorio. Una tariffa che prevede aumenti minimi rispetto agli attuali costi dell’acqua, a consentirà di programmare un piano di investimenti importante e non più rinviabile»

25 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs