Varese

Varese, Festeggiato l’ex parroco di Bosto don Giola, i suoi quadri in mostra

L'inaugurazione della mostra: da sinistra Panighetti, Giola, Galimberti e Mattaini

L’inaugurazione della mostra: da sinistra Panighetti, Giola, Galimberti e Mattaini

Un grande abbraccio di amicizia e affetto quello che ha riguardato, questa mattina, presso la chiesa parrocchiale San Michele nel rione di Bosto, l’ex parroco don Pietro Giola. Numerosi i varesini che hanno voluto intervenire alla bella mostra dei quadri realizzati dal sacerdote, che è stata inaugurata nel salone parrocchiale.

Don Pietro è apparso in grande forma, con una punta di emozione a rivedere tanti amici ed ex parrocchiani (il sacerdote ha avuto cinquemila allievi). Attorno ad abbracci e strette di mano una trentina di quadri realizzati da don Giola, che ha affrontato soggetti diversi, con una particolare predilezione per momenti di vita famigliare, di vota quotidiana, di pensosa religiosità, di bellezza del creato.

A tagliare il nastro della mostra, che rientrava nel cartellone delle iniziative organizzate per la patronale di Bosto e che è stata organizzata da Lucio Mattaini, erano presenti il prevosto monsignor Luigi Panighetti, il sacerdote residente don Enrico De Capitani e il sindaco Davide Galimberti.

Una bella mostra capace di intrecciare espressione artistica e solidarietà, dato che la vendita dei quadri punta a sostenere la coppia di giovani sposi, Giorgio e Marta, da qualche anno impegnata in Uganda. Una delle opere in mostra è stata acquistata dalla storica Cooperativa di Bosto per gli uffici ristrutturati di via Sant’Imerio 10.

24 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs