Varese

Varese, La statua della Madonna Pellegrina di Fatima arriva in San Vittore

La basilica di San Vittore

La basilica di San Vittore

L’effige della Vergine Maria arriverà domenica 1° ottobre, alle 18, in piazza San Vittore per l’accoglienza cui seguirà la messa solenne celebrata da monsignor Marco Ferrari, Vescovo ausiliare di Milano. In serata, alle 21, è prevista la recita del rosario meditato con Elevazione Musicale della Corale San Vittore. Le messe delle 17.30 e 21 sono sospese.

La presenza della Statua della Madonna pellegrina giunge a conclusione di un intenso mese di settembre, ricco di celebrazioni dedicate alla Beata Vergine.

Alcune ricorrenze celebrate solitamente durante il Settenario dell’Addolorata sono state inserite, in via eccezionale, durante la presenza della statua pellegrina.

In particolare sono stati programmati momenti specifici per  religiosi e religiose, Associazione e Movimenti della Città, scuole cattoliche, bambini con mamme e maestre, anziani e ammalati, Comunità Pastorali, Forze dell’Ordine e Protezione Civile (in occasione della festa di San Francesco D’Assisi, Patrono D’Italia).

La città è invitata, sabato 7, alle 20.30, alla processione solenne con fiaccolata aux flambeux e Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria.

La Celebrazione Eucaristica solenne di congedo verrà celebrata, domenica 8 ottobre alle 15, da monsignor Luigi Panighetti, Prevosto della Città. Al termine la statua della Madonna partirà per Tradate. La messa delle 17.30 è sospesa.

LE PAROLE DEL PREVOSTO

«La settimana di presenza del simulacro della Madonna di Fatima – dice monsignor Luigi Panighetti – invita alla preghiera ciascuno di noi e tutte le nostre comunità. Il messaggio che proviene da Fatima è un appello alla pace, alla comunione con Dio, alla vita comunitaria solidale e concorde. Ne abbiamo molto bisogno!».

CELEBRAZIONI QUOTIDIANE

La giornata tipo prevede oltre alle S. Messe (vedi programma): Lodi e accensione lampada e preghiera per l’Italia Recita del S. Rosario, Lodi, S. Messa, Recita dell’Angelus Domini, Esposizione e adorazione Eucaristica Vesperi Saluto a Maria preghiera – canto – incenso.

Per permettere ai pellegrini la visita e la sosta, la chiesa rimarrà aperta, con orario continuato, dalle 7.30 fino al termine delle celebrazioni.

Ogni sera, poi, sarà presente una delle Comunità Pastorali del territorio per una celebrazione dedicata.

LA MOSTRA NEL BATTISTERO DI SAN GIOVANNI

Fatima nel cuore della storia” propone uno sguardo sugli avvenimenti del XX secolo alla luce del Messaggio di Fatima, come punto centrale della libertà religiosa e avvenimento di grazia e misericordia, che conduce alla scoperta del desiderio più vero del cuore dell’uomo: l’incontro con una Presenza che risponde e che è la Via, la Verità e la Vita.

Lucia, Francesco e Giacinta, come tanti altri, hanno fatto questo incontro.

La mostra si apre con la frase pronunciata da Giovanni Paolo II all’inizio del suo Pontificato, la stessa della Madonna ai bambini di Fatima il 13 maggio del 1917: “Non abbiate paura!” e guida in un percorso che si dipana tra la risposta di libertà dell’uomo e il mistero che ci sollecita continuamente a esprimere un giudizio, a prendere posizione. Lo sguardo fisso dei tre pastorelli aiuta a capire la prossimità umana e la certezza dell’avvenimento nella storia concreta di ogni persona. I colori scelti sono il bianco, sorgente di purezza e pace, l’azzurro del cielo e il giallo che simbolizza la luce.

 

22 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs