Regione

Regione, Più risorse alle Province, presentata una mozione dal leghista Monti

Da sinistra Longhin e Monti

Da sinistra Longhin e Monti

Le Province che il referendum di Renzi intendeva cancellare, continuano ad esistere, ad operare, ma con sempre minori risorse e maggiori difficoltà. Un tema importante a cui è dedicata una mozione che sarà presentata martedì prossimo alla seduta del Consiglio regionale dal leghista Emanuele Monti.

“Nella mozione si rivendica più autonomia e più risorse per le Province – spiega Monti -, un cambiamento che si deve realizzare grazie ad un’interlocuzione con il Parlamento”. Diversi i punti in cui si articola la mozione leghista: si chiede a presidente e giunta di rivedere il tema delle risorse da attribuire alle Province.

“Ci sono Province con i conti in ordine come Varese e altre Province con i bilanci in rosso”, spiega Monti. Si chiede anche di rivedere l’assetto istituzionale delle Province: “le Province ci sono ancora, ma non riescono più ad offrire i servizi”.  C’è poi il tema della copertura finanziaria, dato che “le Province non hanno autonomia finanziaria, tirano a campare di anno in anno”. Infine il tema della governance nel senso di rivedere i meccanismi di composizione del Consiglio provinciale ridando voce ai cittadini.

Ha preso la parola anche il capogruppo leghista in Consiglio provinciale di Varese, Giuseppe Longhin. “Le province sono a rischio fallimento e da tempo è in corso una mobilitazione da parte di consiglieri e presidenti delle province italiane. Sono stati appena 72 i milioni stanziati dal governo per tutte le province”. Una carenza di risorse a cui le province cercano di ovviare in tutti i modi, come, nel caso di Varese, la svendita delle lame per neve.

 

 

 

17 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs