Varese

Varese, Piano sosta, Possibile: potenziare il trasporto pubblico

AutolineeUrbano3Settimana scorsa è partito il piano sosta: da una parte luci, come il parcheggio gratis per le auto ibride o elettriche, dall’altra ombre, su tutte il mancato potenziamento degli autobus pubblici.

Ci sono state molte critiche, alcune decisamente esagerate e pretestuose come quelle degli esponenti del centrodestra che quando hanno potuto amministrare non hanno mai mosso un dito sul fronte della mobilità sostenibile.

Poi abbiamo letto con interesse la lettera degli assessori Civati e De Simone secondo i quali il piano sosta mira alla valorizzazione del trasporto pubblico e al sostegno della mobilità ciclabile. Principi che condividiamo al 100% ma che alla prova dei fatti vedono per il momento l’unica novità rappresentata dal biglietto dell’autobus scontato a 0,10 € per chi lascia l’auto in periferia.

E’ un buon punto di partenza ma manca l’intensificazione delle corse, d’altra parte alla Schiranna o allo Stadio da sempre si può parcheggiare gratis ma nessuno ha mai pensato di lasciarci l’auto perché per lavoratori e pendolari è una grande perdita di tempo. Da questo punto di vista niente cambia. Mentre riguardo il sostegno alle biciclette si promette solo una pista ciclabile tra le stazioni e si rimanda tutto il resto a non meglio specificati futuri interventi.

Siccome i costi e i disagi per i cittadini sono di oggi, per attutire l’impatto del piano sosta sulla vita dei varesini vanno fatte due cose urgenti.

La prima è ascoltare la cittadinanza e le associazioni di settore interessate dal piano sosta, quando le richieste sono ragionevoli e circostanziate, per correggere le criticità del piano. La seconda cosa riguarda il trasporto pubblico. Il sindaco deve specificare subito quali interventi vuole realizzare e con quale tempistica.

Siamo già in colpevole ritardo: se il modello, come detto giustamente, sono le grandi città europee, il potenziamento dei mezzi pubblici costituisce una condizione necessaria per la buona riuscita del piano sosta. Altrimenti i cittadini che se lo potranno permettere continueranno a cercare parcheggio in centro mentre gli altri, lavoratori e non, saranno costretti a viaggi troppo lunghi o rinunceranno direttamente a raggiungere il centro città. Le risorse dovrebbero esserci, visto che nelle previsioni della Giunta l’aumento dei parcheggi a pagamento garantirà 1mln € di maggiori entrate.

L’amministrazione ha dichiarato di voler ridurre traffico e inquinamento e su questo ci troverà sempre d’accordo e disposti a collaborare. Ora è il momento per il sindaco Galimberti di spiegarci come e quando intende farlo.

Possibile Comitato Alex Langer – Varese

13 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs