Varese

Varese, Il Ponte del Sorriso coinvolge le scuole per sostenere il nuovo ospedale

Un momento della presentazione delle iniziative

Un momento della presentazione delle iniziative

Il Ponte del Sorriso Onlus da anni lavora con grande impegno e serietà per sostenere uno dei pochi ospedali materno infantili in Italia, l’Ospedale Del Ponte di Varese, dove sorrisi, colori, spazi vivaci, attenzione giochi, calore sono le parole chiave per accogliere mamme, neonati, bambini e adolescenti.

L’ANNO DEI SORRISI è il nome del progetto che Le Corti ha portato avanti durante l’anno, con lo scopo di adottare una camera di degenza pediatrica, quella della Magia.

In aprile e maggio ha regalato, ai piccoli ricoverati, due bellissime giornate, in compagnia dei personaggi dei Cartoons più amati della tv, Masha & Orso e Angry Birds. Sono state poi coinvolte le Scuole di Varese, chiedendo agli alunni di realizzare un disegno rappresentando in chiave simpatica il mese in cui sono nati. I disegni andranno a comporre un bellissimo calendario che verrà venduto anche tramite Il Ponte del Sorriso. Il ricavato sarà interamente devoluto per l’adozione della cameretta dell’ospedale.

L’immagine scelta per rappresentare al meglio questo anno dedicato alla solidarietà è un “albero pieno di sorrisi”, disegnato da un bambino, che verrà posizionato a novembre in Piazza Repubblica, un albero di Natale alto ben 19 metri con una circonferenza di 27 metri, con oltre 36mila luci.

Per l’occasione verrà organizzato un grande evento durante il quale l’albero verrà acceso e i protagonisti saranno proprio gli alunni delle scuole di Varese, che hanno partecipato attivamente al progetto realizzando i loro bellissimi disegni.

“Siamo sempre propensi alle attività che mettono al centro dell’attenzione il territorio e soprattutto le famiglie”, afferma Cinzia Bogazzi, Responsabile Marketing delle Corti, “Fare del bene, fa bene. Per questo ci sentiamo in dovere di accrescere il senso di responsabilità nei confronti di una tematica così importante come la serenità dei bambini e delle loro famiglie. Sono molto orgogliosa di questo progetto, perché crediamo fermamente nelle beneficienza e sono sicura che in tantissimi dimostreranno di avere un grande cuore, contribuendo a dare un aiuto in favore di questi bambini”.

Alle scuole, grazie alla libreria Giunti al Punto delle Corti, verrà donata una biblioteca di oltre 100 libri dai 6 agli 11 anni, e una di oltre 200 testi al Ponte del Sorriso per bimbi da 0 a 11 anni.

“Quando vi è sinergia tra le risorse del territorio si ottengono sempre grandi risultati, come nel caso del nuovo polo materno infantile che sembrava un sogno e oggi è realtà. Le nostre scuole partecipano sempre con grande entusiasmo quando si tratta dell’Ospedale Del Ponte” ha sottolineato l’Assessore Rossella Di Maggio.

Emanuela Crivellaro, nel ringraziare il Centro Commerciale Le Corti, e le scuole sempre molto vicine al Ponte del Sorriso, ha ricordato il legame indissolubile che vi è con la Scuola in Ospedale al Del Ponte, alla quale Il Ponte del Sorriso ha donato arredi e attrezzature. Quando ancora non esisteva la legge per l’insegnamento nei reparti, fu proprio l’associazione a volerla e, sollecitando le istituzione, a ottenerla fin dal 1994, veri pionieri.

Margherita Bongiorno, maestra all’Ospedale Del Ponte, ha fatto presente come la scuola in reparto rappresenti per il bambino la quotidianità della vita e ha annunciato la grande novità. Grazie all’Ufficio Scolastico Regionale, un nuovo insegnate di scuola superiore per le materie scientifiche affiancherà la maestra, Cristofaro Imperatore.

Floriana Agostinello, insegnante alla Scuola Primaia IV Novembre, ha spiegato come i bambini che ritornano a scuola dopo essere stati ricoverati, ne parlino sempre come di un’esperienza positiva, ribadendo che insegnati, alunni e famiglie partecipano volentieri a iniziative che riguardano Il Ponte del Sorriso.

 

12 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi