Varese

Cultura, Quattro incontri con Bruno Belli. Si parte dai teatri mai nati e mai risorti

Belli a Villa Mirabello

Belli a Villa Mirabello

Per il trimestre autunnale Bruno Belli, umanista e giornalista varesino, per l’Assessorato alla cultura del Comune di Varese (nell’ambito degli incontri in Biblioteca civica), per l’Associazione mazziniana varesina «Bertolè Viale» e per il secondo «Festival dell’Utopia» di «Universauser» terrà a Varese quattro nuove “conversazioni” pubbliche ad ingresso libero, 2 delle quali propongono una piccola “rivisitazione” de “I Venerdì di Bruno Belli”.

La prima, giovedì 28 settembre alle ore 18,00, presso la Biblioteca Civica, in Via Sacco, sarà la presentazione del libro di Giovanni Zappalà «Varese: I teatri mai nati. I teatri mai risorti», Macchione Editore. Si tratta di una conversazione con l’autore che punta sull’attualità di un tema ancora aperto per l’intera città, proprio in relazione ai preventivati lavori che dovranno riguardare Piazza Repubblica.

Quindi, il primo dei due “Venerdì”, organizzato dall’Associazione Mazziniana sezione «Bertolè Viale» di Varese: venerdì 29 settembre, alle ore 17,30, presso il Salone superiore della Pasticceria Zamberletti di Corso Matteotti che, per 12 anni ha ospitato il sodalizio guidato da Bruno Belli, «Filosofia della Musica» (1836) di Giuseppe Mazzini, opera di grande bellezza, di originali intuizioni, di rara profondità. Come scrive Alessandro Taverna «la cultura del nostro paese non ritroverà così spesso – o forse mai – tanta partecipazione per le sorti della musica dalle parole di un uomo politico».

Giovedì 5 ottobre, nell’ambito del «Festival dell’Utopia» II edizione, organizzato da «Universauser», con la collaborazione del Comune di Varese e il patrocinio dell’«Università dell’Insubria» e della Provincia di Varese, presso lo «Spazio Scopri Coop» della «Coop» di Casbeno, alle ore 17,30, Bruno Belli tratterà la nascita dello spettacolo italiano per eccellenza, l’opera lirica, con «Dalle “Fabualae silvestri” all’utopica rinascita della Tragedia antica».

 

Correlato all’argomento della «Filosofia della musica», infine, il nocciolo della “conversazione” di venerdì 27 ottobre sempre preso «Zamberletti» alle 17,30, per la «Mazziniana», che tratterà un importante “lettura” storica che fecero Romanticismo e Risorgimento Italiano: «Il “Carroccio” di Legnano, quale mito risorgimentale, tra Berchet e Verdi nella Repubblica Romana».

 

 

11 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti a “Cultura, Quattro incontri con Bruno Belli. Si parte dai teatri mai nati e mai risorti

  1. Mariella il 12 settembre 2017, ore 12:56

    Solo due venerdì sono pochi! Mi aspettavo di vedere tutti i venerdì fino a novembre come una volta! Ma veramente no c’è la possibilità di farli nuovamente questi incontri che erano alla portata di tutti, ma sempre vari, con ospiti gradevoli e ben scelti, anche con la musica dal vivo e la poesia! Chi ha più programmato incontri di poesia periodici in centro a Varese?
    Belli, finiti i suoi venerdì, non c’è più niente in centro che riunisca un po’ di cultura settimanalmente!!!
    Perchè non li riprende? Non è solo il mio pensiero: lo hanno in molti altri che sento.

  2. Giovanni Zappalà il 12 settembre 2017, ore 18:36

    ‘Chi ben comincia…’ Il resto è conosciuto. E’ anche il mio augurio che inoltro all’amico Bruno.

  3. Marco Massa il 13 settembre 2017, ore 00:26

    L’incontro sul libro di Giovanni Zappalà lo vedo di stretta attualità varesina per Piazza Repubblica, dato che si dovrebbe (almeno così si disse) erigere il nuovo teatro e c’è da immaginarsi che Belli avrà da dire qualcosa di non scontato in proposito…
    Chissà che ne pensano Sindaco ed assessori ai lavori pubblici ed alla cultura.

  4. Chiara Franchi il 13 settembre 2017, ore 13:16

    Quello che mi sorprende sempre di Bruno Belli (e mi sorprendeva già alcuni anni fa) è la capacità di “intervenire” in anticipo sui tempi con argomenti di stretta attualità bosina…
    Semplice intuito, fiuto, o capacità analitiche? Qualunque cosa di queste sia, negli anni ha scritto e detto cose che puntualmente si sono rivelate come aveva “previsto”: purtroppo per noi, non aveva fatto previsioni rosee. Comunque è un Grande!

  5. Paolo Vinci il 13 settembre 2017, ore 13:24

    Belli, niente a novembre?

  6. Bruno Belli il 14 settembre 2017, ore 11:19

    Gentili Giovanni, Mariella Marco, Chiara, Paolo,
    posso rispondere che, oltre a questi 4 incontri, non ho in programma altro fino alla fine dell’anno.
    Grazie per l’interessamento. B.B.

Rispondi