Varese

Varese, Maltempo, il Pirellone tranquillizza: da codice arancione a giallo

pioggiaLa Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attivita’ e’ coordinata dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso un avviso di moderata criticita’ (codice arancione) per rischio idrogeologico e idraulico.

“La parte piu’ intensa della perturbazione – ha commentato l’assessore Bordonali – e’ transitata nella notte e primo mattino su tutta la regione, interessando in modo piu’ insistente Nordovest e Prealpi Centrali. Il sistema principale si e’ ormai spostato verso est ma restera’ per il resto della giornata di oggi una debole circolazione ciclonica con residua instabilita’”.

Nel pomeriggio di oggi, domenica 10 settembre, e’ prevista residua instabilita’, comunque con fenomeni non piu’ estesi, ma localizzati e ad andamento irregolare, seppur anche a carattere di rovescio e con temporanee intensificazioni.

Per la giornata di domani, lunedi’ 11 settembre, si registrera’ una circolazione meridionale od occidentale per lo spostamento verso i Balcani della depressione attualmente sul Mediterraneo. Sulla Lombardia sono possibili rovesci sparsi di breve durata sui settori orientali, soprattutto tra notte e mattino, ma al piu’ di debole o moderata intensita’. Rinforzi di vento da nord in serata sul Nordovest.

RISCHIO IDROGEOLOGICO – Sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province Como e Lecco) e IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia) e IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia) la criticita’ e’ prevista fino alle ore 13 di domani, lunedi’ 11 settembre; successivamente il codice da ‘arancione’ passera’ a ‘giallo’.

RISCHIO IDRAULICO – Sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), e IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia) la criticita’ e’ prevista fino alle ore 13 di domani, lunedi’ 11 settembre.

CODICE GIALLO – Permangono invece condizioni di ordinaria criticita’ (codice giallo) per: RISCHIO IDROGEOLOGICO: sulle zone omogenee IM-03 (Alta Valtellina, provincia Sondrio; RISCHIO IDRAULICO sulle zone omogenee IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia), IM-09 (Nodo Idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese), IM-10 (Pianura centrale, province di Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza e Brianza e Milano) e IM-11 (Alta Pianura centrale, province Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova).

RISCHIO TEMPORALI FORTI sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio),IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia), IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia), IM-09 (Nodo Idraulico di Milano, province di Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province di Cremona, Lodi, Milano e Pavia), IM-13 (Bassa pianura orientale, province Cremona e Mantova) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia).

RISCHIO VENTO FORTE sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-11 (Alta Pianura centrale, province Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province di Cremona,Lodi, Milano e Pavia), IM-13 (Bassa pianura orientale, province Cremona e Mantova)e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia).

EFFETTI AL SUOLO – Sulla base delle previsioni meteorologiche emesse da ARPA-SMR, dei quantitativi di pioggia registrati nelle ultime ore e delle valutazioni condotte dal Centro Funzionale regionale, si suggerisce ai Presidi territoriali di mantenere, almeno fino alle ore centrali di domani 11/09, un’adeguata attivita’ di sorveglianza e controllo del territorio per gli scenari di rischio idrogeologico e idraulico, con effetti anche diffusi legati a instabilita’ di versante, colate di detrito o di fango, fenomeni di erosione e cadute massi (anche nelle aree interessate da recenti incendi boschivi), innalzamenti dei livelli idrici, fenomeni di erosione spondale e possibili locali effetti di esondazione (anche dovuti a insufficienze locali delle reti di drenaggio urbano, in particolare nelle aree metropolitane), che potrebbero determinare pericolo per la sicurezza e integrita’ di beni e persone.

10 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs