Varese

Varese, Fiera di Varese, l’amarcord di Pippo Gibilisco: nacque alla Brunella

L'intervento di Gibilisco alla Fiera

L’intervento di Gibilisco alla Fiera

Tra gli interventi che hanno aperto questa mattina la quarantesima edizione della Fiera di Varese, ha preso la parola anche l’ex sindaco della città, Giuseppe Gibilisco. E’ stato primo cittadino dal ’78 all’85, ma prima ha occupato la poltrona da assessore al Commercio.

Gibilisco ha ricordato gli albori della Campionaria, nata all’epoca del suo impegno come assessore. Ma subito Pippo Gibilisco ricorda che il merito principale della nascita della rassegna non è stato suo. “Il grande merito, l’intuizione è stata di Ambrogio Taborelli, che intuì l’importanza di questo appuntamento”. Gibilisco fa riferimento al Taborelli presidente per quasi vent’anni dell’Associazione Commercianti, dal 1968 al 1987.

Ma com’era la prima Fiera varesina? “La prima edizione della Campionaria, in realtà una cosa molto modesta, che ha preso vita nel piazzale della Brunella a Varese”. Una piccola creazione, pochi capannoni, pochi partecipanti,  per offrire già allora una vetrina alle attività produttive e commerciali. Una realtà che poi, dal 1977, si trasferisce, nella seconda settimana di settembre, alla Schiranna sul lago di Varese. E così si giunge alla sua quarantesima edizione che si è aperta oggi.

Insomma, una lunga storia di cui Gibilisco ha ricordato le lontane origini e che da oggi torna ad essere un punto di ritrovo per tutti i varesini. E una vetrina per le sue imprese.

 

 

 

 

9 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs