Varese

Varese, Al via il Settenario dell’Addolorata, la Madonna amata dai varesini

Il gruppo ligneo dell'Addolorata in san Vittore

Il gruppo ligneo dell’Addolorata in san Vittore

Si è aperto oggi, con la messa celebrata dal prevosto monsignor Luigi Panighetti, il Settenario della Madonna Addolorata, co-patrona della città, i fedeli potranno vivere una settimana intensa di celebrazioni nella Basilica di san Vittore, che saranno anche l’occasione per ricordare i più significativi anniversari di ordinazione di sacerdoti che sono originari o hanno operato nella basilica di san Vittore e nel decanato di Varese.

Domani pomeriggio, sabato 9 settembre, alle 18 la messa solenne verrà celebrata nel 85° della sezione Alpini di Varese.

Gli anniversari più corposi sono il sessantesimo di don Narciso Lain e il cinquantesimo di monsignor Gilberto Donnini, ex prevosto di Varese, che verranno ricordati rispettivamente nella celebrazione delle 10 di lunedì 11 settembre e delle 18.30 di martedì 12 settembre.

Nel 40° di ordinazione sacerdotale, mercoledì 13, don Francesco Corti officerà la messa solenne delle 10 e don Carlo Garavaglia quella delle 18.30.

Don Stefano Conti, originario della parrocchia di San Vittore, festeggerà i 10 anni da sacerdote giovedì 14, durante la s. Messa solenne delle 18.30.

Giovedì 15 il settenario si chiuderà, nella Solennità della B.V. Maria Addolorata, con la messa delle 10, presieduta dal decano di Varese, don Mauro Barlassina, alla presenza di tutti i sacerdoti del Decanato di Varese.

Il programma completo è disponibile sul sito www.santantonioabate.it.

Per la Madonna Addolorata i varesini hanno da secoli una devozione profonda. Il culto è legato ai numerosi i miracoli attribuiti alla statua dedicata alla Beata Vergine Addolorata. La sua intercessione veniva richiesta in particolare perché proteggesse la salute, la vita dei campi e i raccolti. La si invocava straordinariamente in caso di prolungata siccità o pioggia eccessiva.

La scultura in legno che ritrae l’Addolorata, collocata nel’omonimo altare all’interno della Basilica di San Vittore a Varese, risale al XVI secolo e faceva parte di un complesso più ampio raffigurante il Calvario.

Sono tre gli avvenimenti prodigiosi principali che la riguardano. Il primo risale al 1670, quando canonici e celebrante rimasero illesi dopo che un fulmine era caduto in coro. Il secondo, che avvenne nel 1678, fece diventare l’Addolorata protettrice del borgo, perché mentre ne trasferivano l’immagine con una solenne processione, comparvero nel cielo tre stelle.

Per il terzo, si va al secolo successivo nel 1745, quando durante un’altra processione per le vie di Varese, si registrò una guarigione miracolosa di monaca inferma da anni. A quegli stessi anni risalgono numerose altre testimonianze di miracoli attribuiti al simulacro mariano.

 

 

8 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs