Regione

Regione, Sette i musei finanziati dal Pirellone nel Varesotto. Fai in pole

 

Villa Panza a Varese

Villa Panza a Varese

Diversi i progetti finanziati con il bando musei del Pirellone in provincia di Varese. I finanziamenti rientrano nella misura che punta al sostegno alle realtà museali lombarde.

Ecco le realtà finanziate:

‘Il pubblico protagonista’, Galleria d’arte moderna e contemporanea ‘Silvio Zanella’ di Gallarate, contributo previsto: 25.000 euro. Il progetto, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, si propone di trovare nuove strategie di public engagement nell’attività educativa e creativa per la promozione del territorio e delle collezioni museali. Il progetto si pone in relazione con il lavoro realizzato nel 2016, ‘Ensemble’, amplificando e ideando una serie di attività educative che mirino a rendere il pubblico di ogni età protagonista della propria esperienza al museo.

‘Il museo e gli altri, fase due’, Civico Museo Archeologico di Angera, contributo previsto: 23.900 euro. Il progetto triennale, di cui nel 2017 viene presentata la seconda annualità, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, sviluppa il tema ‘Nei panni degli altri’, che prevede l’analisi dei costumi, dei tessuti, degli ornamenti e degli accessori inconsueti rinvenuti ad Angera e nel territorio lombardo in epoca romana, reperti che rivelano la presenza di comunità multietniche già in antico. Il progetto comprende ricerche e attività di approfondimento culturale destinate al pubblico adulto, visite guidate e laboratori domenicali destinati alle famiglie. Numerose sono anche le attività realizzate e programmate con le scuole di Angera e del territorio.

‘Alter-Labo’, Museo ‘Giuseppe Gianetti’ di Saronno, contributo previsto: 4.500 euro.Il progetto, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, ha la finalità di mostrare al pubblico il museo come luogo di sperimentazione quotidiana della cultura, di offrire un’esperienza sull’arte ai giovani e rendere lo spazio del museo un luogo attivo e sperimentato soprattutto da ragazzi nella fascia 16-25.

‘Farsi conoscere per far conoscere’, Museo civico di Sesto Calende, contributo previsto: 7.000 euro. Il progetto, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, ha lo scopo di elaborare strumenti e strategie per consentire modalità di comunicazione più puntuali, efficienti e innovative.

‘Feeling the art. Sperimentare strumenti, tecnologie e approcci innovativi per avvicinare il pubblico dei sordi ai luoghi d’arte’, Villa Panza di Varese (Fai), contributo previsto: 6.000 euro. Il progetto, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, si propone di garantire, attraverso la realizzazione di buone prassi, la più ampia accessibilità possibile per le persone con disabilità uditiva, rapportarsi con questo pubblico in maniera innovativa, introducendo un nuovo approccio nell’accoglienza e nell’accompagnamento alla visita che faccia sentire il visitatore ‘a casa’ grazie a un personale di biglietteria/front desk formato, alla presenza di interpreti di lingua dei segni in loco, all’allestimento di materiali multimediali informativi sottotitolati, di videoguide, di cartellonistica dedicata. L’obiettivo è di raggiungere il maggiore numero possibile di destinatari grazie a un’accorta e incisiva comunicazione.

‘Museo Villa Della Porta Bozzolo, didattica museale’, Museo Villa Della Porta Bozzolo di Casalzuigno (Fai), contributo previsto: 4.000 euro. Il progetto, della tipologia ‘Educazione al patrimonio culturale’, si propone di incrementare le attività didattiche per studenti di tutte le età: le visite permettono di vivere un’esperienza ricca di stimoli culturali, spunti educativi, sensoriali e creativi, approfondendo la conoscenza della storia, dell’arte, delle tradizioni e del paesaggio della Lombardia.

‘La storia rivive a Volandia’, Museo Volandia, contributo previsto 16.000 euro.L’intervento del museo è volto al restauro e al recupero di alcuni beni che fanno parte del patrimonio del museo, incrementando al contempo la conoscenza sulla storia dei mezzi di trasporto nonché conservare le testimonianze tangibili delle tradizioni di imprese storiche del volo.

 

 

 

 

2 settembre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs