Castiglione Olona

Castiglione Olona, Restaurato il candelabro a soffitto della Collegiata

Il famoso lampadario a soffitto di cui è in corso il restauro

Il famoso lampadario a soffitto di cui è in corso il restauro

Nel pieno dell’estate il Museo della Collegiata è più attivo che mai: aperto tutto Agosto, ha sorpreso nei giorni scorsi i propri turisti, che hanno visto svolgersi la fase iniziale del restauro del candelabro a soffitto, uno dei simboli più noti di Castiglione Olona, riprodotto in innumerevoli immagini, e utilizzato come simbolo da varie associazioni.

I fortunati visitatori di settembre, dunque, oltre a poter ammirare la mostra della tela seicentesca di San Lorenzo, attribuita alla scuola di Daniele Crespi, potranno incrociare anche il fascino delle delicate e competenti operazioni di restauro del prezioso manufatto, di cui il Cardinal Branda dotò la sua Chiesa.

Il restauro è stato affidato alla restauratrice Lucia Miazzo, Docente all’Università di Torino presso l’ Interfacoltà Conservazione e Restauro dei Beni Culturali.

Dopo aver abbassato il prezioso lampadario per mezzo dell’antica carrucola posta sulla volta della navata, il lavoro è iniziato attraverso la predisposizione di un’idonea documentazione. Successivamente ha avuto luogo una prima rimozione dei depositi di polvere più corposi e di residui incoerenti della superficie.

“Siamo molto grati ad Intesa San Paolo” – dichiara il Direttore del Museo, dott. Dario Poretti – “che, prendendo in carico questo restauro attraverso il programma Restituzioni, insieme alla competente Soprintendenza, ha ritenuto il patrimonio del Museo della Collegiata meritevole di essere ancora una volta tutelato e valorizzato”.

L’ultimo restauro del Lampadario risale alla fine dell’Ottocento ed è ricordato – anche da Mons. Cazzani – per un piccolo “giallo”: il parroco dell’epoca lo aveva inviato nel capoluogo lombardo per un’operazione di pulitura, ma a Castiglione era poi stata spedita una copia, oggi collocata nella Chiesa di Villa. L’inganno dell’antiquario venne scoperto grazie all’intervento del grande architetto e storico dell’arte Luca Beltrami.

28 agosto 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs