Varese

Varese, Coltivava marijuana nella villetta, denunciato giovane proprietario

poliziaaaa1Battuta senza sosta la città di Varese da parte degli uomini e delle donne della Polizia di Stato che, su disposizione del Questore Vicario Dott. Leopoldo Testa, anche sulla base delle valutazioni del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno continuato ininterrottamente ad effettuare numerosi controlli sul territorio, al fine di garantire la maggior sicurezza possibile ai cittadini, neutralizzando i pericoli derivanti dal traffico di sostanze stupefacenti e dalla presenza indiscriminata di gruppi di persone che stazionano, anche per lungo tempo in zone centrali della città, e che possono contribuire al degrado urbano che incentiva il senso di insicurezza della gente, la paura della criminalità e l’aumento dei reati.

Alcune pattuglie dell’Ufficio Prevenzione e Soccorso Pubblico, appositamente rinforzate con equipaggi della Squadra Mobile, dell’Anticrimine e dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Varese, hanno effettuato un controllo mirato nelle zone di Piazza della Repubblica, Piazzale Trento, Via Milano e Via Como – zone interessate dal fenomeno della presenza di numerosi gruppi di individui – identificando e controllando più di 40 persone, di cui una denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere, sequestrando contestualmente un coltello.

È stata inoltre denunciata per il reato di tentato furto, ai danni di un esercizio commerciale, una donna rumena alla quale è stato anche notificato il Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Varese. Denunciato in stato di libertà anche un giovane quindicenne per i reati di violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale nei confronti di un verificatore dei biglietti degli autobus cittadini.

Tutti gli extracomunitari, tra i quali un solo richiedente asilo, sono risultati regolari sul territorio nazionali.

Inoltre i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Varese, nel corso di un’attività di controllo del territorio e contrasto al crimine diffuso finalizzata ad individuare ed interrompere i canali di produzione “nostrana” di cannabinoidi, hanno proceduto al sequestro di una coltivazione di marijuana realizzata nel giardino di casa da un giovane italiano.

Gli agenti sono, infatti, riusciti a localizzare una rigogliosa coltivazione di marijuana all’interno del giardino di un’abitazione. Le piante, della considerevole altezza di circa 190 cm, erano ancora in fase di maturazione e, a breve, avrebbero cominciato a germogliare. La coltivazione era tutelata da una copertura per evitare i danni climatici che, tuttavia, non si è rivelata idonea a impedire che tutta la zona circostante venisse pervasa dall’inconfondibile profumazione della fioritura in atto.

Il proprietario della villetta, un giovane italiano di 27 anni, incensurato, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà, le piante sono state sequestrate.

27 agosto 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs