Regione

Regione, Bilancio, ordine del giorno bipartisan per Ospedale Del Ponte

Una stanza al del Ponte

Una stanza al del Ponte

Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha presentato un ordine del giorno all’Assestamento di Bilancio per finanziare opportunamente, in accordo con l’ASST Sette Laghi, il 3° lotto di lavori di ristrutturazione e ampliamento dell’ Ospedale “Filippo Del Ponte” e la riqualificazione del reparto di Endoscopia e gli spazi del Pronto Soccorso dell’Ospedale “Galmarini” di Tradate.

L’ordine del giorno è stato sottoscritto dal Capogruppo di Lombardia Popolare Angelo Capelli, Luca Marsico (Forza Italia), Giampiero Reguzzoni (Lega Nord), Alessandro Alfieri (Partito Democratico).

In Consiglio regionale si è aperta nella giornata di venerdì la sessione dedicata all’assestamento di bilancio che verrà votato nella giornata di lunedì 31 luglio.

“Alla domanda crescente di salute, vogliamo rispondere con interventi concreti per il territorio – è il commento del presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo –. La richiesta è che nell’assestamento di Bilancio si tenga conto di queste due istanze importanti da parte del nostro territorio sull’Ospedale Del Ponte e sul Galmarini di Tradate. È per questo che ho voluto presentare un ordine del giorno per impegnare la Giunta a operare in questa direzione con adeguati finanziamenti”.

L’ordine del giorno ha come obiettivo definire sempre meglio il percorso di identificazione dell’Ospedale Del Ponte come ospedale della donna e del bambino, prevedendo un ulteriore 3° Lotto di interventi, come già ipotizzato nella proposta progettuale e nella istanza di finanziamento del 2° lotto presentata dalla ASST Sette Laghi nel febbraio 2017.

Tali interventi comprendono: l’abbattimento della porzione residua del padiglione Vedani; l’abbattimento e la ricostruzione del padiglione Ottagono; l’adeguamento del padiglione Leonardo a seguito dei trasferimenti delle attività nel nuovo padiglione. I benefici attesi al termine dell’intervento, consistono nella razionalizzazione degli spazi dedicati alla procreazione medicalmente assistita anche a seguito della crescente richiesta; la collocazione all’Ospedale “Filippo Del Ponte” delle attività di audiovestibologia, attualmente allocate all’Ospedale di Circolo e prevalentemente rivolte ad una popolazione di età pediatrica; un miglioramento dei percorsi sia per i pazienti sia per gli operatori, realizzando una comunicazione diretta tra il padiglione Ottagono e il padiglione Michelangelo e il completamento logistico e architettonico rispetto all’offerta sanitaria presente con completa identificazione del ruolo di HUB di area pediatrica.

Per quanto riguarda la struttura di Tradate nell’ordine del giorno si fa riferimento al reparto di Endoscopia, posizionata al secondo piano del monoblocco risalente agli anni ’60  e che risente del processo di invecchiamento. Le procedure endoscopiche nel corso degli anni hanno acquisito un valore sempre maggiore in relazione agli ottimi risultati raggiunti con tali metodologie sia in campo diagnostico che di trattamento terapeutico nonché all’importanza delle diagnosi precoci a mezzo di screening. Da qui la necessità di garantire l’espletamento dell’attività endoscopica stabilmente con due operatori. Nel corso degli ultimi anni sono state garantite: 3942 procedure nel 2012, 3338 nel 2013, 3827 nel 2014, 3276 nel 2015 e 2915 nel 2016, negli ultimi anni è stato presente un solo operatore.

L’ordine del giorno rileva come sia necessario rivedere il layout dei percorsi per garantire una maggiore privacy e che l’attuale Pronto Soccorso del presidio di Tradate, dispone di una sala d’attesa di dimensioni ridotte (30 mq) rispetto agli accessi giornalieri che mediamente vanno dai 120 (con punte di 140) nel periodo invernale ai 90 nel periodo estivo. Negli ultimi anni sono stati registrati: 49.650 accessi nel 2012, 48.058 nel 2013, 48.755 nel 2014, 46.389 nel 2015 e 45.081 nel 2016. Per ovviare un disagio che vede molto spesso i pazienti (con patologie anche infettive), sostare in sala d’attesa in piedi o per mancanza di posti a sedere su barelle posizionate in luoghi inadeguati, si propone una proposta progettuale che prevede lo spostamento della sala RX del Pronto Soccorso dalla posizione attuale al sito dell’ambulatorio, rilocando gli stessi in modo opportuno. Questa rilocazione, permetterà l’ampliamento della sala d’attesa del Pronto Soccorso dagli attuali 30mq a 110mq. Le riqualificazioni dell’Endoscopia e del Pronto Soccorso sono in continuità con gli investimenti di potenziamento ed adeguamento dei servizi dell’Ospedale di Tradate.

 

29 luglio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs