Varese

Varese, Giardino Rimembranze a Belforte, presentati i 3 progetti classificati

Il cimitero di Belforte

Il cimitero di Belforte

Questa mattina, presso la Sala Giunta di Palazzo Comunale, si è tenuta la seduta pubblica della Commissione giudicatrice composta da Ivo Bressan presidente, arch. Monica Trolese e Alessandro Bonfadini commissari, per procedere all’abbinamento dei nomi dei professionisti ai 44 progetti presentati nel mese di marzo di quest’anno.

Il concorso era stato indetto nel dicembre dello scorso anno da So.Crem Varese in collaborazione con il Comune e prevedeva le linee guida per la progettazione di un giardino ove disperdere le ceneri e, a corollario, la realizzazione di 200 cellette cinerarie.

L’area adiacente al Cimitero civico di Belforte ha un’estensione di circa 4.000 mq e, opportunamente piantumata, attrezzata con percorsi, zone di sosta e adeguati impianti tecnici per la dispersione delle ceneri attraverso l’elemento acqua, sistemi di recupero dell’acqua stessa per la irrigazione di essenze arboree e delle aree verdi, accoglierà i congiunti per effettuare la dispersione e permettere il ricordo dei propri cari.

I 44 progetti sono giunti da tutte le parti d’Italia: Firenze, Roma, Milano, Napoli, Cagliari, Bari e naturalmente dalla Lombardia e da Varese.

Ai lavori della commissione erano presenti una decina di professionisti che hanno partecipato al bando.

I primi tre progetti classificati e che verranno premiati da So.Crem (€ 5000 al primo, € 3000 al secondo ed € 2000 al terzo) sono i seguenti:

  • 1° classificato: proposto dall’arch. Ignazio Tognazzi di Botticino (BS);

  • 2° classificato: proposto dall’arch. Fabiana Fantoni di Napoli;

  • 3° classificato: proposto dall’ing. Antonia Matarrese, dall’ing. Savino Sgarra e dal perito ind. Sebastiano Matera di Andria (BA).

È intenzione di So.Crem Varese esporre pubblicamente nei giorni 16 e 17 ottobre prossimi, presso il Salone Estense del Comune di Varese, la maggior parte dei progetti pervenuti o quantomeno, tenuto conto dello spazio disponibile, almeno i primi 10 classificati.

Il 17 ottobre pomeriggio, presso il medesimo Salone Estense, verrà effettuata la premiazione dei vincitori, auspicando la presenza del Sindaco e delle autorità comunali.

I primi tre progetti classificati saranno donati da So.Crem al Comune, che li utilizzerà per la redazione del progetto definitivo del Giardino delle Rimembranze il cui costo, a carico dell’Amministrazione Comunale, è preventivato in € 300.000 circa.

La So.Crem Varese è pienamente soddisfatta per la buona riuscita dell’iniziativa e la massiccia risposta dei professionisti, perché significa che l’attenzione alla tematica della cremazione e della dispersione riveste sempre maggiore interesse e importanza.

Il motto “la terra ai vivi” con il quale la nostra associazione no profit che, ricordiamo, è stata fondata nel lontano 1880 per merito del Cav. Cesare Veratti, può dirsi abbondantemente conseguito, anche in considerazione del fatto che oltre il 60% dei deceduti in Varese (circa 950 anno) scelgono la cremazione, favorendo così una limitatissima espansione dei numerosi (14) cimiteri presenti in città.

Ricordiamo infine che il servizio di cremazione svolto presso il Tempio Crematorio di Giubiano, gestito dalla società S.C.V. srl, sta funzionando egregiamente grazie anche ai due nuovi forni installati dal gestore, che permettono l’esecuzione circa 4.500 cremazioni all’anno.

 

25 luglio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs