Varese

Varese, Mirabelli (Pd) sulla sanità cittadina, tra medici di base e medici che se ne vanno

mediciDue interrogazioni presentate, questa sera, nel corso della seduta del Consiglio comunale di Varese, dal consigliere Pd Fabrizio Mirabelli, entrambe su aspetti assai rilevanti della situazione sanitaria in città. In una prima interrogazione Mirabelli fa il punto sulla presenza dei medici di base a Varese.

“In base alla recente riforma sanitaria regionale, i medici di base sono chiamati a svolgere un ruolo di primo piano a contatto quotidiano e diretto con i cittadini e con la loro salute”, scrive il consigliere Pd.

“Mi risulta che, ad aprile 2017, in Lombardia – continua Mirabelli – si sia registrata una carenza di 273 medici di medicina generale; nel 2024, si toccherà il picco dei pensionamenti per raggiunti limiti di età con la fuoriuscita di circa 500 persone”. Il consigliere chiede diunque a sindaco e giunta “di attivarsi presso Regione Lombardia e il Governo per sapere se il numero dei medici di base della città di Varese, attualmente, corrisponda a quello previsto per una città di 80.000 abitanti; se, in prospettiva, esista il rischio di avere pochi medici con un carico di lavoro crescente; cosa intenda fare, eventualmente, Regione Lombardia per rendere più attrattiva questa specializzazione rispetto ad altre; se il Governo non ritenga necessario investire più risorse finanziarie su formazione e specializzazione delle nuove generazioni di medici di base”.

Il consigliere Mirabelli interroga anche su un altro problema di grande importanza: la fuga di medici dall’ Ospedale di Circolo – Fondazione Macchi. “Ogni partenza rappresenta una perdita in termini di esperienze , di competenze non sempre trasferite ad altri colleghi, di posti che rimangono scoperti in alcuni settori”.

Chiede Mirabelli al “Sindaco, nella Sua qualità di massima Autorità Sanitaria Locale”, se “non ritenga opportuno domandare al Direttore generale dott. Bravi quali siano le cause di questo costante fenomeno ; se, in particolare, esse siano frutto di un normale turn – over , dell’attrattività esercitata dal settore privato o di un profondo malessere esistente nella sanità varesina ; se, comunque, siano stat e pensate delle strategie per evitare, in futuro, un ulteriore impoverimento del prezioso p atrimonio di professionalità e di competenze presente all’Ospedale di Circolo – Fondazione Macchi; se non ritenga utile interpellare in merito anche il presidente di Regione Lombardia Maroni e l’Assessore regionale Gallera per ricevere le necessarie rass icurazioni in merito al mantenimento della quantità e della qualità delle prestazioni sanitarie offerte”.

18 luglio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs