Varese

Varese, Dopo 45 anni nuovo Regolamento di Polizia Urbana in Aula. Con divisioni

ConsigliocomunaleIl nuovo Regolamento comunale di Polizia Urbana, dopo l’ok della giunta, è arrivato al rush finale, un cambiamento importante, che giunge dopo 45 anni di vecchio regolamento. Ma prima dell’approdo in Consiglio comunale questo pomeriggio è stato votato dalla Commissione “Polizia Locale, Sicurezza e Protezione Civile” presieduta dal Pd Miedico, con la partecipazione del vicesindaco Daniele Zanzi e del comandante della Polizia municipale Emiliano Bezzon.

Una riunione breve, che si è chiusa con la votazione del documento: a favore Pd, Lista Concittadina, Gruppo Misto. Si sono astenuti Lega Nord e Forza Italia, ha votato contro la Lista Orrigoni. Non ha potuto votare la Lista Galimberti perchè presente un sostituto senza diritto di voto.

Ora il Regolamento arriverà in Aula nella seduta del 18 luglio (una seduta ad esaurimento dei temi sul tappeto), non senza la presenza di alcuni elementi che faranno emergere ancora discussioni e differenze di posizioni atteìraverso la presentazione di emendamenti.

In Commissione è tornato il tema della proibizione di nascondere il volto mentre si è sul territorio comunale, un tema che ha una lunga storia, a partire dalla discussione di una mozione anti-burqa presentata nella scorsa consiliatura. Su questo tema ci possono essere differenze nella stessa maggioranza, come si è potuto capire questa sera in Commissione quando è intervenuto Mekiker in rappresentanza della lista Galimberti, favorevole ad inytrodurre il tema nel nuovo regolamento (“Iannini ha chiesto espressamente di introdurlo”, ha dichiarato Mekiker).

Altro tema che potrebbe evidenziare qualche divisione nella stessa maggioranza il no al fumo nei pressi delle aree gioco riservate ai bambini nei parchi. Favorevole il consigliere Gregori ad estendere la proibizione a tutto il parco.

Dal leghista Carlo Piatti sono venute alcune preplessità sulla norma anti-questua: secondo l’esponente leghista il regolameento non esclude senza se e senza ma tale possibilità.

Infine un altro tema che è stato al centro di confronto in Commissione anche quello della proibizione di consumare nei spazi pubblici bevande in bottiglie di vetro e in lattina: chi pensa che entrambi i contenitori debbano essere proibiti e chi, invece, solo quelli in vetro.

 

 

10 luglio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, Dopo 45 anni nuovo Regolamento di Polizia Urbana in Aula. Con divisioni

  1. Gabriele Lamanna il 12 luglio 2017, ore 08:57

    In una prima bozza di regolamento veniva sanzionato chi si incatena a monumenti od uffici pubblici. Poi è stato cancellato su istanza del Consigliere Mauro Gregori che ben conosce forme di lotta politica non violenta portata avanti in questo modo. Non sono d’accordo, andava estesa la sanzione invece a tutti coloro che si incatenano a monumenti o in uffici pubblici ed in particolare a sedie e poltrone, magari per decenni, senza ritegno.

  2. Emiliano il 13 luglio 2017, ore 13:08

    Ma in tal caso la “polizia urbana” rimarrebbe senza blocchetti per le sanzioni…

Rispondi