Varese

Varese, Oppure Mondi Nuovi, assemblea di Possibile sulla lotta alle mafie

Un momento dell'assemblea

Un momento dell’assemblea

“La curiosità è un atto politico” Giulio Cavalli ha concluso così il suo intervento a Oppure Mo(n)di Nuovi, l’annuale incontro  organizzato da Possibile che si è tenuto a Varese Corsi nel pomeriggio di oggi.

Oltre cento persone hanno deciso di spendere il pomeriggio per parlare di lotta alle mafie e partecipazione. Lontano dalle chiacchiere dell’attualità politica gli organizzatori hanno scelto di approfondire due temi che spariscono dai radar della cronaca.

L’obiettivo era sempre lo stesso: approfondire e rivolgersi alle competenze migliori per realizzare proposte concrete e innovative.
Non solo Giulio Cavalli, a parlare di antimafia c’erano anche Cesare Giuzzi, giornalista del Corriere della Sera; Leonardo Palmisano, autore di Mafia Caporale e Ghetto Italia e Antonella Buonopane di Libera Varese.
La mafia è più vicina di quanto si pensi, anche in provincia di Varese che è la terza in Lombardia per beni sequestrati. Però gli strumenti per combatterla non riguardano solo le forze dell’ordine ma sono nelle mani di tutti i cittadini attraverso la partecipazione, anche politica.
Applauditissimi gli interventi di Rosa Fioravante e Marco Almagisti che hanno cercato di indagare il legame tra politica, artecipazione e rappresentanza. Se si propongono ragioni concrete e ideali forti le persone si attivano e dimostrano la volontà di scegliere. Ripercorrendo alcune esperienze di successo – da Bernie Sanders alla Coalizione Civica di Padova – i due politologi hanno tracciato il percorso per una politica che possa ridare voce ai cittadini.
“Ora spetta a tutti noi dare concretezza a quanto ci siamo detti oggi – concludono gli organizzatori – Le idee non mancano, nei prossimi mesi ci aspetta un lavoro duro ma entusiasmante”.

1 luglio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs