Politica

Politica, Arcisate-Stabio, la Pd Maria Chiara Gadda interroga il ministro Delrio

Maria Chiara Gadda

Maria Chiara Gadda

«Le scelte della Regione Lombardia rischiano di compromettere la portata strategica del collegamento Arcisate – Stabio, infrastruttura di rilevanza internazionale da troppo tempo attesa dal territorio». Ad affermarlo è Maria Chiara Gadda, deputata del Partito Democratico, che ha presentato assieme ai colleghi Chiara Braga, Daniele Marantelli, Paolo Rossi e Mauro Guerra una interrogazione urgente al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio.

«Dopo anni di immobilismo e stallo – ricorda Gadda – grazie agli impegni del Governo e di Rfi, l’opera si trova ad un passo dal suo completamento, nel pieno rispetto del cronoprogramma concordato con i Comuni, che prevede l’attivazione della linea commerciale con dicembre di quest’anno».

«Le notizie uscite sulla stampa e la conseguente decisione del Consiglio di Stato elvetico non possono che destare preoccupazione. La scelta della Regione di modificare la connessione con l’aeroporto di Malpensa preferendo alla S50 un collegamento con la tratta S40 Como-Varese, e la variazione nella frequenza oraria dei collegamenti, giunge come un fulmine a ciel sereno. Questa modifica – continua la parlamentare Dem – non risulta essere stata concordata con le autorità svizzere, nonostante facesse parte dell’Intesa firmata nel 2011».

«Il venire meno dei due milioni di franchi svizzeri di finanziamento annuo per tali collegamenti rischia di indebolire il funzionamento della infrastruttura e di fatto eliminerebbe i contributi da parte elvetica per l’esercizio del servizio TILO in territorio italiano, a scapito dell’utenza».

«Ci siamo rivolti al Ministro per sapere quali possono essere le conseguenze negative della decisione assunta unilateralmente dalla Regione Lombardia e come intenderà intervenire per limitarne la portata» conclude Gadda.

30 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs