Varese

Varese, Divisioni Pd in Comune, assemblea degli iscritti chiamata a pronunciarsi

ConsigliocomunaleAssemblea degli iscritti del Pd di Varese lunedì 3 luglio alle ore 20.45 presso la federazione di viale Monte Rosa. Un’assemblea convocata all’incrocio di una serie di questioni e problemi a cui fa cenno la lettera di convocazione.

Nella convocazione si parla delle “ultime polemiche sulla stampa di alcuni rappresentanti del Pd cittadino, che fanno emergere e percepire all’elettorato un centrosinistra varesino particolarmente litigioso e diviso”. Un tema che porta la segreteria cittadina a sottolineare la necessità di interrogarsi sulle iniziative da intraprendere, anche sulla “effettiva opportunità e convenienza di proseguire l’esperienza amministrativa in Comune a Varese”.

Quali i problemi sul tavolo dell’assemblea dem varesina? “C’è la necessità di ascoltare la base su ciò che sta accadendo – risponde il segretario cittadino Luca Paris -. In un’ottica di partecipazione e trasparenza, è necessario che gli iscritti al Pd varesino si pronuncino sull’indirizzo amministrativo e politico del partito in città, sul rapporto del Pd con le altre forze politiche ad un anno dall’inizio dell’amministrazione del sindaco Galimberti”.

Non manca, Luca Paris, di fare riferimento a “chi continua a schierarsi contro le scelte della maggioranza, nelle dichiarazioni e nel voto in Aula”. “Comportamenti graditi agli iscritti?”, si domanda Paris.

L’assemblea si svolge dopo che nell’ultima seduta del Consiglio comunale si è vista una maggioranza divisa nel voto, e un consigliere del Pd, Giampiero Infortuna, ha pronunciato un brillante intervento sulla presenza, in questo Consiglio, di quelli che vengono definiti “dissidenti”, e che secondo il giovane consigliere sono coloro che mostrano di avere “coscienza critica e capacità di discernimento”. Tra i consiglieri Pd, Infortuna cita se stesso, ma anche Luisa Oprandi e Fabrizio Mirabelli.

Insomma, se il Pd, che è l’azionista di maggioranza del centrosinistra, si divide, è legittimo nutrire qualche timore circa il futuro del centro sinistra di governo a Palazzo Estense.

Un’assemblea degli iscritti che si preannuncia, dunque, piuttosto movimentata, pronta ad affrontare temi scottanti, interni ed esterni rispetto al Pd. Infatti, divisioni e dissensi dentro il Pd rischiano di creare contraccolpi anche tra le componenti civiche della maggioranza, che negli ultimi mesi appaiono attraversate da qualche fibrillazione che non rende più facile il cammino amministrativo del sindaco che ha spazzato via, come si legge nell’invito all’assemblea dem, “l’eredità di 23 anni di leghismo”. Davvero  non una piccola medaglia di cui fregiarsi e di cui essere orgogliosi.

29 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs