Varese

Varese, Tra Sacro e Sacromonte, in Comune presentata l’ottava edizione del festival

La presentazione in Comune

La presentazione in Comune

Senza dubbio rappresenta una delle eccellenze della cultura e del teatro a Varese. Parliamo della rassegna “Tra Sacro e Sacromonte”, diretta dal regista Andrea Chiodi e giunta alla sua ottava edizione. Questa mattina è stata presentata a Palazzo Estense, sede del Comune, con l’intervento dello stesso Chiodi, di monsignor Erminio Villa, parroco del Sacro Monte, Giovanni Bottinelli, presidente dell’associazione Kentro, Giuseppe Barra, presidente dell’ente Parco Campo dei Fiori, Giuseppe Albertini, presidente della Camera di commercio.

Assente alla conferenza stampa, invece, il sindaco Davide Galimberti, che lo scorso anno aveva presentato la rassegna teatrale insieme agli organizzatori. Assenti anche altri rappresentanti del Comune.

“Tra Sacro e Sacromonte” è una delle rassegne estive più amate ed attese a Varese. Un evento che, nel corso degli anni, ha registrato un successo crescente, anche grazie alle intelligenti proposte in cartellone, che non di rado ha presentato – come ancora questa volta – alcune collaborazioni e sinergie che hanno reso possibili alcune proposte.

Anche per questa ottava edizione si parte con un grande nome del teatro italiano: giovedì 6 luglio, alle ore 21, nella stupenda location della Terrazza del Mosè, Umberto Orsini proporrà “Il Grande Inquisitore”, testo tratto dai Fratelli Karamazov di Fedor Dostoevskij. Si arricchisce così la galleria di grandi interpreti che salgono al Sacro Monte, che possono essere evocati dall’indimenticabile performance dantesca di Giorgio Albertazzi.

Altra grande interprete, martedì 11 luglio, sarà Elisabetta Pozzi, che si confronterà con un monologo di Giovanni Testori,  Interrogatorio a Maria.  Ancora un’interprete femminile giovedì 13 luglio: Arianna Scommegna, che con il Magnificat di Alda Merini, non solo proporrà un grande testo, ma ricorderà a tutti l’esistenza di una nostra concittadina onoraria come la poetessa dei Navigli.

Ma forse uno degli eventi più attesi è, martedì 18 luglio, lo spettacoloIntorno a Ifigenia, liberata”, uno spettacolo che ha già conosciuto un itinerario su palcoscenici prestigiosi, come il Lac di Lugano e il Piccolo Teatro di Milano. Il progetto e la drammaturgia è di Angela Demattè e Carmelo Rifici, mentre la regia è di Carmelo Rifici, direttore della stagione teatrale del Lac.

Mercoledì 19 luglio è la volta diJedermann: Il dramma della morte del ricco”, di Hugo von Hofmannstahl, a cura di Walter Le Moli. e messo in scena al Sacro Monte dall’Ensemble attori fondazione Teatro Due.Il giorno dopo giovedì 20 luglio, Ermanna Montanari: legge “Maryam”, spettacolo di Luca Doninelli, produzione Teatro delle Albe/Ravenna, Teatro Ideazione.
Certo pubblico delle grandi occasioni sarà presente per lo spettacolo di giovedì 27 luglio, con un attore molto popolare: Giacomo Poretti, del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, propone lo spettacolo “Come nasce un’anima”, una proposta che arriva dopo un’altra piéce dello stesso attore sull’esperienza dell’oratorio.

26 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi