Varese

Varese, Campionati Italiani Under23, Ragazzi e Esordienti, medaglie e successi

canottaggio VareseÈ stato Giovanni Abagnale, il protagonista dei tricolori di Varese. Abagnale, con i colori della Marina Militare, ha vinto due titoli under 23: nel quattro con e nel quattro senza (i marinai complessivamente hanno conquistato tre titoli aggiudicandosi il tricolore anche nel doppio Pesi Leggeri under 23).

Tra le società, sugli scudi il CC Aniene che sigla un pokerissimo vincendo il titolo italiano nel due senza maschile e femminile, nel quattro di coppia femminile e nell’otto maschile e femminile. Doppiette tricolori pure per Fiamme Gialle (doppio maschile e doppio Pesi Leggeri femminile) e, tra i Pesi Leggeri, per il RYC Savoia (due senza e quattro senza). I restanti 10 titoli Under 23 in palio sono andati ad altrettante società: tra i maschi si laureano campioni d’Italia Ilva Bagnoli (singolo), Esperia Torino (singolo Pesi Leggeri), Tevere Remo (due con), SC Cerea (quattro di coppia) e Elpis Genova (quattro di coppia pielle).

Nelle donne vittorie per Pro Monopoli (singolo), Gavirate (singolo Pesi Leggeri), SC Lario (quattro senza), Garda Salò (doppio) e Rowing Club Genovese (quattro di coppia pielle). In palio a Varese anche i titoli italiani della categoria Ragazzi, con doppiette tricolori per SC Tritium, SC Varese e Moltrasio. Un titolo italiano ciascuno invece per CUS Torino, CC Napoli, SC Lario, LNI Barletta, CCR Lauria, Tevere Remo e SC Firenze. I quattro Tricolori Esordienti sono finiti, invece, nelle bacheche di Nettuno Trieste, SS Murcarolo, Velocior 1883 e SC Padova. Per il canottaggio nazionale il prossimo appuntamento sarà per sabato 24 giugno a Piediluco, per le Selezioni delle squadre nazionali per le varie competizioni internazionali in calendario, e con i Tricolori master in programma a Sabaudia sempre nella prossima fine settimana.

Assegnati a Gavirate, sul lago di Varese, i titoli italiani in palio nella categoria Ragazzi, 13 in tutto, tra maschili e femminili. Il primo successo è andato alla CUS Torino, grazie alle atlete impegnate nell’otto: Agnese Medana, Giorgia Bardo, Elisa Sorbello, Anita Rosa Boldrino, Alessia Cieli, Genta Tarro, Marta Cuffia, Cecilia Beux, tim. Cristina Nitoj, le quali sono riuscite ad imporsi sull’imbarcazione targata Esperia Torino di Vittoria Bonesi, Silvia Ardu, Emma Elettra Caprioglio, Laura Colturi, Lucia Sole Melgara, Vittoria Reisoli-matth, Anna Tognotti, Margherita Gatti, tim. Stefano Botticelli. I colori della Canottieri Napoli hanno poi trionfato nella finale in quattro con, in virtù della prestazione di Francesco Cella, Gennaro Di Mauro, Leonardo Litterio, Antonio Galli, tim. Felice Pizzo. Nella stessa gara hanno conquistato la seconda posizione Christian Quaranta, Davide Lizzardo, Raul Vidella, Achille Izzo, tim. Giovanni Di Francia, equipaggio del CRV Italia. Terza piazza infine per Leonardo Orsi, Valerio Cannalire, Ernesto Rabatti, Adriano Reali, tim. Dario Biondi.

A seguire è stato un vero e proprio tripudio degli atleti lombardi che hanno portato a casa ben sei titoli consecutivi nelle specialità di singolo femminile, doppio maschile, quattro senza femminile, doppio femminile, singolo maschile e quattro senza maschile. I primi due tricolori hanno sancito inoltre una bella doppietta della Canottieri Tritium, grazie a Laura Pagnoncelli, che si è laureata campionessa d’Italia al termine di una gara dominata ampiamente sin dalle prima battute. Alle sue spalle Alexandra Kushnir (SC Ravenna), argento, e Beatrice Giuliani (SC Milano), bronzo. Poi è stata la volta del doppio di Lorenzo Manigrasso e Samuele Fontana, che hanno regolato, nell’ordine, gli equipaggi di Fiamme Gialle, con a bordo Davide Tovo e Matteo Sartori e SC Sile, rappresentato da Tommaso Colombo e Stefano Falcone. Il terzo successo lombardo è arrivato in quattro senza donne e sono state le portacolori della Canottieri Varese Charlotte e Josephine Debelle, Benedetta Bulgaroni e Rebecca Carente a tagliare per prime la linea del traguardo, al termine di un acceso duello con le vicine di casa della Canottieri Gavirate, Chiara Biolcati, Matilde Sturaro, Matilde Briason e Greta Shwartz mentre la terza piazza è stata occupata da Michela Costa, Alice Dorci, Martina Ligotti e Maria Elena Zeboni (CC Saturnia).

E’ stata poi la canottieri Moltrasio a dominare in doppio femminile con Nadine Agyemang-Heard e Arianna Passini che si sono imposte su Federica Cortesi e Marta Forte (Baldesio), giunte seconde e Nicole Boschetto e Sara Calisti (D’Annunzio) che invece hanno chiuso il podio. Ancora Lombardia trionfatrice sia in singolo maschile, specialità nella quale Gabriele Colombo, in forza alla Canottieri Lario ha concluso in testa, lasciando l’argento a Diego Paroli (Gavirate) ed il bronzo a Achille Benazzo (SC Cerea), sia in quattro senza maschile con la Canottieri Varese che grazie a Stefano Ballerio, Tommaso De Dionigi, Willem Orlandini e Paolo Rizzi agguanta il metallo più pregiato, fregiandosi di una bella doppietta, ai danni di una combattiva Canottieri Firenze, rappresentata da Leopoldo Graf Von Rex, Umberto Parducci, Federico Focosi e Matteo Simonetti, ai quali va l’argento. Il bronzo, nella stessa finale, è andato al collo di Antonio Maresca, Vincenzo Langellotto, Pietro Paolo Buccieri e Gioseppe Fontanella (CN Stabia).

Sono state invece Francesca D’Angelo Fabiana Cosi, Maria Paola Fucci e Matilde Rainis della Lega Navale di Barletta ad interrompere il dominio lombardo, innalzando la Puglia sul gradino più alto del podio, conquistando il tricolore. Dietro di loro Michela Costa, Alice Dorci, Martina Ligotti e Maria Elena Zeboni (CC Saturnia) con Lidia Paris, Veronica Carbonini, Matilde Fenaroli e Marta Biolghini a chiudere le piazze utili per la medaglia. Nella finale del due senza femminile ancora Lombardia sul primo gradino del podio grazie a Nadine Agyemang-Heard e Arianna Passini della Canottieri Moltrasio che firmano anche una doppietta personale, la terza lombarda. Dietro di loro si sono piazzate Sabrina Sarnataro e Giulia Fryar prima e Lucrezia Baudino in barca con Larisa Saserman poi. Oro al Club Canottieri Roggero di Lauria nella specialità del quadruplo uomini grazie a Francesco Armetta, Calogero Galletto, Giuseppe Urbano Dorici e Guglielmo Capri’, la cui prestazione ha relegato gli atleti della Canottieri Lario, Paolo Leoni, Martino Rovesti, Giulio Campioni e Lorenzo Benzoni (SC Lario) in seconda posizione e Daniele Mondo, Niccolo’ Caminada, Michele Piffaretti e Diego Corradi (Moltrasio) in terza.

La penultima finale in programma per la Categoria Ragazzi è stata quella dell’otto maschile e in acqua si sono distinti gli atleti del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, Ludovico Ejaz, Giovanni Hohenegger, Ptrizio Di Marcello, Lorenzo Nuvolini, Giorgio Battigaglia, Andrea Barbiera, Pieluigi Bogotti, Niccolo’ Massai, tim. Gabriel Bozzo Magrini che, al termine di una gara molto combattuta, hanno superato i diretti inseguitori della Canottieri Armida, Giuseppe Barbagiovanni, Lorenzo Demaria, Alessandro Gardino, Emile Sassi, Luigi Vaccarino, Elia Giannarelli, Alessandro Fantechi, Pietro Barbero, tim. Edoardo Pagano mentre il bronzo è andato a Edoado Tamburelli, Lorenzo Romani, Matteo Lorenzo Malfasi, Marco Brancaccio, Michele Monfredini, Marco Joseph Tognazzi, Jacopo Murabito, Giorgio Pattoni, tim. Giovanni Manfredini. Con questo successo il CC Tevere Remo si è aggiudicato anche il Trofeo “Coppa Gigi Bonati”.

Infine in due senza maschile Leopoldo Graf Von Rex e Umberto Parducci, portacolori della Canottieri Firenze, hanno riportato il tricolore sotto il Ponte Vecchio, vincendo con buon margine di vantaggio sui diretti inseguitori, gli atleti in forza al CUS Ferrara, Filippo Di Nardo e Riccardo Venturi. Il bronzo è andato invece a Matteo Pettinari e Matteo Piccolomini della Canottieri Pontedera.

Con la conclusione delle quattro regate relative alla categoria Esordienti, si è avviato alla fine questo lungo week end remiero. Primi in acqua gli atleti impegnati nel singolo: tra gli uomini si è imposto Giovanni Vigoriti, portacolori della Canottieri Nettuno di Trieste. Alle sue spalle si è piazzato Juan Antonio Riccardi (CC Saturnia), argento e Mattia Donadio (Idroscalo Milano), bronzo. Tra le donne invece è stata Francesca Tonnarelli a trionfare con ampio margine sulla diretta inseguitrice, Greta Iacovitti (SC Lario) mentre l’ultima piazza del podio è andata ad Alice Scopinic (SC Mestre).

In doppio maschie è stata l’ottima prestazione dei fratelli Gianluca e Niccolo’ Marcellini a valere il titolo nazionale. Alle loro spalle bello il testa a testa ingaggiato tra le imbarcazioni di Rowing Genovese, con a bordo Giacomo Cappannelli e Filippo Nebiacolombo, e Canottieri Varese, rappresentata da Luca Casano e Matteo Tagnocchetti. L’esito alla fine ha dato ragione all’equipaggio ligure.

Poi è stata la volta del doppio femminile: bella la vittoria di Sarah Morello e Lucia Tolin della Canottieri Padova, che non hanno lasciato speranze alle avversarie, chiudendo condiversi secondi di vantaggio. La medaglia d’argento è andata invece a Sofia Dorigo e Margherita Gaetani (Olona1984) mentre il bronzo è finito al collo di Serena Bina e Gaia Groppi (Canottieri Corgeno).

 

18 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs