Varese

Varese, Il leghista Binelli sugli stalli blu alla Brunella: una furbizia dalle gambe corte

 

La basilica alla Brunella

La basilica alla Brunella

Interviene sulla questione della sosta il consigliere comunale del Carroccio Fabio Binelli, che sostiene che “l”estensione delle aree di sosta in zona Brunella conferma, per l’ennesima volta, tre aspetti caratterizzanti dell’amministrazione Galimberti”.

Chiarisce Binelli la sua posizione sugli stalli blu alla Brunella ricordando tre aspetti della nuova amministrazione: “l’elevato grado di approssimazione dei provvedimenti (le strisce blu dovevano entrare in vigore dal 1 luglio, invece sono state disegnate prima, rendendo incomprensibile ai residenti come comportarsi); la famelica bramosia di Galimberti di fare cassa sui cittadini di Varese (la zona Brunella aveva stalli blu e bianchi a disco, per cui non sussisteva nessuna problematica di sosta prolungata: adesso però devono pagare tutti e sempre); la preoccupante propensione alla bugia dell’assessore Andrea Civati”.

“Riguardo a quest’ultima – continua il consigliere dell’opposizione – basterà ricordare che in sede di discussione del piano sosta, il sottoscritto, a nome della Lega Nord, aveva evidenziato come il provvedimento predisposto prevedeva l’estensione della ZRU (zona urbanisticamente rilevante) all’area della Brunella e a tutta via Crispi, fino all’Aermacchi.
Per informazione, nella ZRU il codice della strada prevede che si possa escludere la sosta gratuita. La Lega Nord aveva chiesto che la Brunella fosse esclusa dalla ZRU poiché priva di elementi urbanisticamente rilevanti come stazioni, uffici pubblici, scuole, ospedali e per evitare la definitiva compromissione delle attività commerciali presenti.
L’assessore Civati faceva respingere la proposta dal Partito Democratico sostenendo che in zona Brunella e in via Crispi le cose non sarebbero cambiate: dopo due mesi e mezzo, la bugia si è resa evidente. Attendiamo di capire se anche via Crispi diverrà blu. Ma la città merita tutte queste furbizie dalle gambe corte e il naso lungo?”.

14 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs