Varese

Varese, Nuovamente in piazza le Sentinelle in piedi a difesa della famiglia naturale

Le Sentinelle in Piedi in piazza Monte Grappa

Le Sentinelle in Piedi in piazza Monte Grappa

Non sono venuti meno all’impegno di scendere in piazza mentre si sta avvicinando il Gay Pride. A metà pomeriggio di ieri, in piazza Monte Grappa, le Sentinelle in piedi si sono ritrovate nella centralissima piazza cittadina, proprio tra le bandiere arcobaleno che anche nella piazza sono state issate dagli organizzatori del Pride.

Prima di iniziare la veglia silenziosa che si svolge con le Sentinelle leggono un libro, prende la parola un portavoce.

Il portavoce continua a ricordare come le Sentinelle sono apparse, per la prima volta, per sbarrare il passo del ddl Scalfarotto sull’omofobia, mentre oggi la nuova battaglia è diretta contro il ddl S2688 sulle cosiddette “fake news”: come si legge nel volantino diffuso in piazza “con la scusa di punire chi diffonde notizie false, in realtà minaccia la libertà d’espressione a 360 gradi”. “Ma chi stabilisce – continua – che una notizia sia falsa, esagerata o tendenziosa? Chi stabilisce dove e quando si tratta di campagna d’odio”.

Tra gli argomenti sollevati criticamente dal portavoce il no alla pratica dell’utero in affitto e la contrarietà nei confronti del Gay Pride che, come rimarca puntigliosamente il portavoce, ha ricevuto il patrocinio del Comune.

Una mobilitazione in piena regola, con temi cittadini e nazionali. Tra le critiche principali al sostegno del Comune nei confronti del Gay Pride, si fa notare, come si può leggere nella delibera comunale, a pagina due, che il patrocinio è stato dato, tra i vari motivi, in primo luogo per l’alto valore culturale che recherebbe alla nostra città.

 

 

 

 

 

11 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs