Varese

Varese, Piano Sosta, Longhini (FI): 2000 nuovi stalli a pagamento, ma quanto ci costate?

Simone Longhini

Simone Longhini

Piano Sosta, il capogruppo di Forza Italia, Simone Longhini, presenta un’interrogazione a Palazzo Estense in vista dell’entrata in vigore, il 1° luglio, delle disposizioni contenute nel documento. Numerosi gli interrogativi sollevati dall’esponente forzista, che soprattutto rimarca il cambio di posizioni assunte dalla giunta nel corso del tempo.

Longhini parte con la questione degli stalli dell’area rossa, dapprima considerati spazi con una tariffa di due euro e poi, come scrive il capogruppo forzista, diventati gratuiti. A questo punto il consigliere d’opposizione chiede “se gli automobilisti che hanno pagato dal 15.05.2017 ad oggi il biglietto di due euro previsto dalla segnaletica verticale abbiano diritto al rimborso del ticket di sosta” e “se le multe erogate dal 15.05.2017 ad oggi per la mancata esposizione del ticket di sosta nell’area rossa siano da considerarsi nulle”.

L’interrogazione si sofferma sul fatto che, a partire dal 1° luglio 2017, le tariffe della sosta si applicheranno anche nei 2000 stalli a pagamento di nuova creazione, prima gratuiti. Longhini, dunque, chiede a Sindaco e Giunta “quanti litri di vernice verranno utilizzati per dipingere di blu i 2000 nuovi stalli a pagamento; quanti metri di vernice blu verranno stesi per delimitare i 2000 nuovi stalli a pagamento; a quanto ammontano i costi per il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale; a quanto ammonta infine, se già concordato, l’indennizzo dovuto dal Comune di Varese all’Agenzia del TPL in seguito all’introduzione del nuovo titolo di viaggio denominato “biglietto unico interscambio park-bus”.

 

9 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs