Ispra

Ispra, “Gli spazi dell’arte”, mostra in occasione dello smantellamento dei rifiuti radioattivi

Da sinistra Pirelli, Morandini, Bandirali e Missoni

Da sinistra Pirelli, Morandini, Bandirali e Missoni

In linea con la propria politica di trasparenza e nel contesto delle attività di informazione alle comunità locali, il Joint Research Centre (JRC) della Commissione Europea intende presentare il programma volto a smantellare le istallazioni nucleari e gestire i rifiuti radioattivi.  A questo scopo, il JRC ha organizzato una conferenza stampa con l’obiettivo di presentare l’evento artistico-scientifico “Gli spazi dell’arte” come connubio fra scienza, tecnologia e arte contemporanea che si terrà dal 29 settembre al 15 ottobre 2017 presso il sito di Ispra.

Maria Betti, a capo del Direttorato per la Sicurezza Nucleare del JRC, ha illustrato il significato e l’importanza della disattivazione nucleare nonché le risorse che la sua direzione ha messo in campo per migliorare gli attuali standard di riferimento e portare fra qualche anno al cosiddetto “prato verde”. Presentando il progetto, il Direttore ha sottolineato come la salute e la sicurezza dei lavoratori, della popolazione e la protezione dell’ambiente, siano i principi alla base della disattivazione nucleare: “La mostra è sicuramente un’occasione per presentare le attività del JRC, ma soprattutto per sensibilizzare le comunità locali e le autorità su un argomento complesso e delicato come lo smantellamento degli impianti nucleari e la gestione dei rifiuti, utilizzando un concetto innovativo di comunicazione e di interazione tra scienza e società”.

La Direzione di Maria Betti è costituita da tecnici e scienziati che con il loro lavoro abbracciano l’intero ciclo della tecnologia nucleare. Il capo Unità della disattivazione nucleare, Paolo Peerani, ha spiegato le varie fasi del programma di disattivazione al JRC-Ispra, chiarendo gli obiettivi e la tempistica dei singoli processi.

Compito di Antonio Bandirali, capo del Comitato culturale del Centro, ha proposto una disanima della lunga vicenda del Comitato stesso, ricordando iniziative e mostre che sono state organizzate lungo gli anni.

Il Prof. Sandro Parmiggiani, curatore artistico della mostra, ha presentato nel dettaglio lo scopo e le caratteristiche dell’evento, facendo una rassegna degli autori e delle opere esposte e dando poi la parola ad una rinomata rappresentanza di artisti: Pietro Pirelli (compositore, percussionista, artista del suono e della luce), Luca Missoni (creativo) e Marcello Morandini (architetto, scultore e designer), che hanno dato un assaggio del loro contributo artistico alla mostra.

Per due settimane saranno esposte circa cinquanta opere in un percorso artistico associato ad esibizioni, che si sviluppa all’interno dell’istallazione realizzata per essere il deposito temporaneo (Interim Storage Facility – ISF) dei rifiuti radioattivi prima del loro allontanamento definitivo dal sito di Ispra.

L’inaugurazione della mostra si terrà venerdì 29 settembre e culminerà con un concertoshow dell’artista Pietro Pirelli con la sua Arpa di Luce: un’arpa di corde di luce laser (http://pietropirelli.it/arpa-di-luce). Le due settimane vedranno un alternarsi di esibizioni, presentazioni scientifiche, visite guidate: scuole, ricercatori e comunità locali potranno ammirare le opere degli artisti create a partire da un fusto nuovo, normalmente utilizzato per i rifiuti radioattivi,   delle dimensioni di 90cm di altezza e 60cm di diametro (orari di apertura: venerdì 29.09 – sabato 14.10, apertura feriale 11:00-14:00, sabato-domenica 11:00-16:00, iscrizioni online a partire dal 1° settembre 2017). Una volta terminata la mostra presso il sito del JRC-Ispra, l’esposizione inizierà il suo tour in Europa.

La mostra itinerante passerà dal museo delle Arti Moderne di Bruxelles e sarà ospitata in alcune delle principali città europee, per poi terminare il suo percorso ai magazzini del sale di Venezia.

Artisti partecipanti:

1) MAURO AFRO BORELLA

2) ANTONIO BANDIRALI

3) ROBERTO BARNI

4) PIERGIORGIO BAROLDI

5) DAVIDE BENATI

6) GABRIELLA BENEDINI

7) DIETRICH BICKLER

8) LORENZO BOCCA

9) GIOVANNI CAMPUS

10) GABRIELE CASTELLANI

11) FABIO CASTELLI

12) ARCANGELO CIAURRO

13) FRANCO CRUGNOLA

14) RAPHAEL DE VITTORI REIZEL

15) MARCO ERMENTINI

16) ANNY FERRARIO

17) ANTONIO FRANZETTI

18) VITTORE FRATTINI

19) DANIELE GARZONIO

20) DOMENICO GRENCI

21) TOMMASO GRILLINI PICA

22) NES LERPA

23) LUCA LISCHETTI

24) GIANNI MACALLI

25) RUGGERO MAGGI

26) ANGELO MAINERI

27) GIUSEPPE MANARIELLO

28) NICCOLÒ MANDELLI CONTEGNI

29) ELIO MARCHEGIANI

30) RUGGERO MARRANI

31) SANDRO MARTINI

32) LORENZO MARTINOLI

33) LUCA MISSONI

34) SILVIO MONTI

35) MARCELLO MORANDINI

36) GIULIA NAPOLEONE

37) CESARE OTTAVIANO

38) GIANRICCARDO PICCOLI

39) PIETRO PIRELLI

40) ANTONIO PIZZOLANTE

41) JORGE POMBO

42) GRAZIANO POMPILI

43) GIORGIO PRESTA

44) BRUNO RASPANTI

45) PAOLA RAVASIO

46) GIORGIO ROBUSTELLI

47) MEDHAT SHAFIK

48) ALDO SPOLDI

49) FAUSTA SQUATRITI

50) GIORDANO TAMBORINI

51) GIORGIO VICENTINI

52) WILLIAM XERRA

53) WAL (WALTER GUIDOBALDI)

 

9 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs