Saronno

Saronno, Teatro Giuditta Pasta, presidente e vicepresidente dimissionari

teatro pastaRiceviamo in redazione e pubblichiamo una lettera firmata da Presidente e Vicepresidente della Fondazione Giuditta Pasta di Saronno:

Care Amiche e Cari Amici del Teatro,
a poco più di un anno dall’inizio, l’avventura del Presidente e del Vicepresidente alla guida della Fondazione Giuditta Pasta volge al termine.

È stata un’esperienza impegnativa, dura, iniziata con la spiacevole scoperta di perdite non evidenziate in bilancio e con la necessità di rimontare un deficit patrimoniale di circa 140.000€ al 30 giugno 2016, che costituiva (e costituisce tuttora) possibile causa di estinzione della Fondazione stessa.

Sulla base di un budget triennale abbiamo tuttavia ottenuto dai competenti organi di controllo l’autorizzazione a proseguire l’attività, con l’impegno di attuare una seria ristrutturazione, che abbiamo realizzato soprattutto con la riduzione dei costi del personale, e pertanto anche grazie alla loro disponibilità a sottoscrivere un accordo collettivo.

Abbiamo modificato lo statuto della Fondazione e contribuito alla stesura della nuova Convenzione con il Comune, revisionato ed approvato il bilancio al 31 dicembre 2015 e redatto quello al 30 giugno 2016.

Abbiamo acquisito un nuovo software per la biglietteria, atteso da anni, e iniziato un processo di rinnovamento dell’hardware, obsoleto; sta per essere attivato un nuovo sito web.

A gennaio abbiamo appreso che, diversamente dalle premesse iniziali, il contributo del Comune si sarebbe ridotto di ulteriori 50.000€ annui (100.000€ in meno rispetto al 2015), rendendo ancora più complesso il risanamento patrimoniale: nonostante questo, il preconsuntivo al 30 giugno 2017, seppure con i limiti di un forecast, dà confortanti segnali di tenuta.

In questo contesto si inserisce purtroppo un rapporto con la direzione artistica e con il terzo membro del Consiglio di Amministrazione che non è mai decollato, per evidenti e inconciliabili differenze, anche culturali: ciò ha comportato una conflittualità non fisiologica, che abbiamo sopportato per mero senso di responsabilità.

Nei mesi scorsi abbiamo pertanto formulato all’Amministrazione comunale differenti ipotesi organizzative, che sono però state tacitamente respinte, e di ciò abbiamo dovuto prendere atto.

Come abbiamo preso atto che le modifiche allo statuto della Fondazione, deliberate dal Consiglio Comunale nella seduta del 30 maggio u.s., ci sono state comunicate solo in data odierna, a dimissioni già avvenute.

Per evidenti motivi di coerenza, seppur con grande rammarico, abbiamo quindi rassegnato le dimissioni dalla carica di Presidente e Vicepresidente della Fondazione Giuditta Pasta.

I progetti che avremmo voluto realizzare resteranno chiusi nel cassetto.

Auguriamo infine di tutto cuore al nostro Teatro di superare questo momento di difficoltà e di continuare ad essere, per la città di Saronno e per tutto il territorio, centro vitale per la promozione e la diffusione di cultura e di spettacoli di qualità.

Paolo Pasqui                                      Egle Prada
Presidente                                          Vicepresidente

8 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs