Varese

Varese, In Consiglio comunale i ripensamenti di Iannini e le certezze di Gregori

ConsigliocomunaleConsiglio comunale di Varese con esternazioni dei due componenti il gruppo Davide Galimberti Sindaco, Gaetano Iannini e Mauro Gregori. Un’area, quella civica, che si mostra percorsa da qualche fibrillazione fin dalla partenza della consigliatura post-leghista, come dimostrò la rapida uscita di scena del consigliere Andrea Bortoluzzi.

Certamente chi, più di altri, ha dato uno scossone alla maggioranza è stato Mauro Gregori, che ha scelto di uscire dal gruppo originario per dare vita al Gruppo Misto, che ieri sera ha fatto la sua comparsa a Palazzo Estense, un gruppo peraltro formato da un solo componente, Gregori appunto.

Anche Iannini aveva annunciato, nei giorni scorsi, di avere intenzione di confluire nel gruppo misto, ma ieri sera, con un intervento a inizio seduta, ha espresso un ripensamento circa la sua scelta iniziale. Rivolgendosi a Galimberti, Iannini ha sottolineato: “Ho letto che tale operazione (quella del gruppo misto, ndr.) era concordata, oltre che benedetta, da lei, Signor Sindaco. Ed oltretutto, lei auspicava un coinvolgimento di qualcuno della minoranza ed il conseguente passaggio nel suddetto gruppo. In questa maniera si sarebbe ufficializzato cio’ che tutti sappiamo, e cioè che questo qualcuno è già nell’organico della maggioranza da prima dell’insediamento di questo consiglio comunale. Io non ho mai condiviso questa scelta, e tanto meno lo faro’ ora”.

In seconda battuta, ha continuato Iannini, “abbandonare questo gruppo non sarebbe giusto nei confronti degli altri componenti, Maria Paola e Tommaso, che stimo molto per l’impegno che profondono ma che sono, vista la loro giovane età, piu’ inclini al dialogo tranquillo che a delle prese di posizione in contrasto con la maggioranza”.

E’ intervenuto anche Gregori, rimarcando che la sua scelta di fondare un nuovo gruppo consente di “portare persone della società civile” nel Palazzo, una scelta – lo ricordiamo – già effettuata dal gruppo civico “concittadino”, legato all’assessore De Simone. Il riferimento è ai delegati che Gregori ha scelto per seguire le 11 Commissioni. Tra i nomi Gregori ieri sera ha citato quello di Mario Chiodetti: “Con tutto il rispetto per Cecchi, sarebbe un ottimo assessore alla Cultura”.

Insomma, civismo protagonista all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Galimberti.

31 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, In Consiglio comunale i ripensamenti di Iannini e le certezze di Gregori

  1. Martone il 31 maggio 2017, ore 10:23

    I cittadini di Varese hanno aspettato 20 per il cambiamento e vista la situazione si puo’ ben dire “Chi lascia la via vecchia per quella nuova………………………….

  2. Daniele Zanzi il 31 maggio 2017, ore 10:34

    Per una completezza e giustezza d’informazione : il gruppo Civico Varese2.0 fin dallo scorso luglio ,cioè dall’inizio del mandato elettorale, ha delegato suoi rappresentanti,non eleltti in consiglio comunale, a partecipare attivamente alle diverse commissioni consigliari. Questo in base alle singole competenze professionali e/o civili.
    Volevamo in tal modo allargare la base partecipativa alla vita comunale.
    Quindi nulla di nuovo sotto il sole!

Rispondi

 
 
kaiser jobs