Gavirate

Gavirate, Ad Alessandro Ceccoli il Premio Morselli per il suo gioco dell’oca

Alessandro Ceccoli

Alessandro Ceccoli

Con la premiazione dei vincitori alla Casina Rosa a Gavirate, si è conclusa nel pomeriggio di ieri la IX edizione del Premio dedicato allo scrittore Guido Morselli, uno scrittore che spesso viene dimenticato in favore del più semplice e popolare Piero Chiara, al quale è pure dedicato un premio di ampio respiro.

Il Premio Morselli, presieduto da Silvio Raffo, ha il pregio di pubblicare un romanzo inedito, rovesciando quell0 che era stato il destino dello scrittore morto suicida a Varese proprio alla notizia dell’ennesimo rifiuto, da parte di una casa editrice, di pubblicare un suo manoscritto.

Ieri nel luogo eletto da Morselli a suo “buen retiro” sono stati consegnati i premi nella consueta cornice fatta da giudici, pubblico attento, ambiente verdeggiante.

Ad aggiudicarsi la vittoria con il romanzo “Enrico Valdes Moreno,  il gioco dell’oca“, è stato  un personaggio assai noto a Varese: Alessandro Ceccoli. Ceccoli, manager e commerciante, è stato tra i fondatori del movimento Varese 2.0, che ha portato Daniele Zanzi al ruolo di vicesindaco nella giunta Galimberti, e ora è rappresentante del Comune di Varese presso il Distretto del commercio. Da sempre è anche letterato e poeta: di lui si ricorda una raffinata raccolta di versi. Non si può qui dimenticare che un romanzo sperimentale dedicato proprio al gioco dell’oca era stato scritto, anni fa, da un grandissimo come lo scrittore e critico Edoardo Sanguineti, fondatore del Gruppo 63.

A Ceccoli il riconoscimento del Preemio Morselli, che quest’anno ha proposto un inedito teatrale dello scrittore dedicato a Carlo Marx che è stato rappresentanto in Salone Estense.

29 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs