Varese

Varese, Conte (Pd) polemizza con la stampa locale: la maggioranza è operosa

Consigliocomunale“Negli ultimi giorni abbiamo assistito sulla stampa locale ad un gran susseguirsi di fuoriuscite, presunte defezioni, ricostruzioni più o meno fantasiose e polemiche in merito alla tenuta della maggioranza che da un anno governa la città.

Tutto ciò ha spinto parte dell’opposizione a diffondere l’impressione interessata di una amministrazione immobile e incapace di affrontare i problemi della città. Nulla si allontana di più dalla realtà dei fatti.
Sarebbe lungo e forse fuori luogo elencare tutti i provvedimenti oggetto di trattazione negli ultimi mesi, ma corre l’obbligo di sottolineare quantomeno come, proprio mentre qualcuno ipotizzava o teorizzava una maggioranza ormai bloccata e inoperosa, le commissioni consiliari nei medesimi giorni lavoravano a pieno ritmo, quotidianamente analizzando e approvando provvedimento relativi alle tematiche più disparate, senza che le descritte frizioni interne intaccassero minimamente la voglia di fare dell’amministrazione Galimberti.
Si pensi all’impegno di oltre un milione e mezzo di euro derivante dall’avanzo di amministrazione ed in gran parte destinato alle asfaltature, alla riqualificazione degli edifici scolastici e agli interventi per il decoro e la sicurezza stradale. O ancora al nuovo regolamento dei pass per la circolazione e la sosta, che ha trovato spunti e convergenze trasversali e che introdurrà notevoli benefici per i residenti. Non meno importante il lavoro svolto dalla commissione ambiente al fine di migliorare il canile cittadino. Senza dimenticare, infine, l’ambizioso piano per il rilancio turistico della città, frutto di un meticoloso studio e un proficuo confronto aperto, recentemente licenziato dalla commissione cultura.
Sono solo pochi esempi parziali e incompleti del lavoro svolto nella settimana appena trascorsa, ma che valgono a dimostrare come il Consiglio comunale sia attivo ed operante e la sua maggioranza salda nel ruolo di guida che le spetta.
Sono certo che il lavoro proseguirà con il contributo responsabile di tutti i consiglieri.”
Luca Conte
Capogruppo Pd
Comune di Varese

27 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Varese, Conte (Pd) polemizza con la stampa locale: la maggioranza è operosa

  1. Luca Conte il 27 maggio 2017, ore 17:38

    Gentile direttore, mi permetta di non condividere il titolo da Lei scelto. Ci tengo a precisare che le polemiche cui mi riferisco sono quelle “interessate” dell’opposizione e non certo il legittimo e libero lavoro della stampa locale.
    Con immutata stima.

    Luca Conte

  2. Bruno Belli il 27 maggio 2017, ore 17:54

    Caro Luca, mi permetto di inoltrare un paio di riflessioni “pragmatiche” alla tua garbata lettera per tramite di “Varesereport”.
    Eccole.

    Dei giochi e dei giochetti politici, delle spaccature e delle correnti a me (come, credo, alla maggior parte dei cittadini di Varese) non importa un granché. Sarebbe bene che la politica, “dall’Alpi alle Piramidi”, ne cominciasse a fare a meno, occupandosi delle cose concrete invece che, purtroppo, sovente, di interessi che non concorrono alle richieste della popolazione. Preferirei, pertanto, vedere i fatti.
    Così, non mi permetto di discutere la bontà della tua lettera, scritta, tra l’altro da una persona ammodo e pronta: non la discuto per quanto riguarda l’elenco delle buone cose messe in atto dal governo comunale – che, però, sono cose di “ordinaria amministrazione” (mantenere la decenza di una scuola pubblica, oppure chiudere le buche ed asfaltare le strade non dovrebbero essere considerate altro che “puerilia”…) – ma ti invito a non mescolare tutto nel calderone.

    La relazione di Cecchi cui fai riferimento in ultima battuta («ambizioso piano turistico» come affermi) – che la commissione cultura di ieri ha votato – pur con tutte le aggiunte (“addenda”), sarebbe un’ottima tesi di laurea, da lode, un prodotto di alta trattazione ideale e teorica, ma che resta tale: un esercizio di stile che manca delle indicazioni pratiche, o pragmatiche, che dovrebbero scaturire da parte di chi salga al soglio dell’amministrazione pubblica.
    Anche perchè, ora che è “passata” in commissione, mi interesserebbe sapere se tutti i Consiglieri comunali che andranno a votarla, se la siano realmente letta “in toto”, opportunamente chiosata, se abbiano prodotto eventuali emendamenti od integrazioni.
    Resta il fatto che, per quanto riguarda la cultura, una linea ben precisa da parte dell’Amministrazione, a mio modesto parere, non si è ancora vista.
    Certo che saprai comprendere, ti saluto.
    Bruno.

  3. Mattia il 27 maggio 2017, ore 22:32

    L’intervento di Laforgia di ieri è stato scandaloso come avrai letto su Facebook. Lasciate cortesemente lavorare Giacometti, Giovannelli, Rotondo, Visco, Tavazzi e co.

  4. Marco Massa il 28 maggio 2017, ore 18:04

    Mia sa che le argomentate considerazioni che fa Belli a Luca Conte non troveranno una risposta da parte del consigliere di maggioranza anche perchè lo stesso, invece, ha pensato solo di dover dire al sua anche sul titolo dato dal giornalista.
    A me, poi, pare che Conte se la prenda anche con la stampa, non come invece dice lui: a meno se so ancora capire quello che leggo.

  5. Emiliano il 30 maggio 2017, ore 13:10

    Una politica che, da ogni parte, è divisa in “correnti” dove volete che vada?
    Le chiamiamo “correnti”, oltretutto, ma la definizione corretta dovrebbe essere un’altra: per decenza è meglio non riportarla.
    Grazie.

Rispondi

 
 
kaiser jobs