Varese

Varese, Aperte celebrazioni del Sommaruga con visita al Grand Hotel Campo dei Fiori

L'intervento del curatore Andrea Speziali

L’intervento del curatore Andrea Speziali

Il giovane studioso Andrea Speziali ha presentato, questa mattina, presso il Palace Hotel di Varese, le iniziative che riscoprono un grande architetto, Giuseppe Sommaruga, nel 100° anniversario della nascita e il 150° anniversario della morte. Si era tenuta, presso il Salone Estense, un’affollata serata targata Italia Nostra sul Sommaruga, ma ora si entra davvero nel vivo delle celebrazioni.

Con una iniziativa destinata a conquistare il podio, al gradino più alto: dopo mezzo secolo di chiusura, la riapertura e le visite al Grand Hotel Campo dei Fiori, un’opportunità messa in campo anche grazie alla fattiva collaborazione dei Giovani Fai di Varese, che faranno da Ciceroni. Come ha rimarcato Speziali, si tratta di iniziative in cui è coinvolto Vittorio Sgarbi, ma il giovane studioso si è mostrato davvero coraggioso.

Come si racconta in conferenza stampa, il portale Fai per prenotarsi per la visita al Grand Hotel Campo dei Fiori, recente location del remake del film Suspiria da parte del regista Guadagnino, è andato in tilt per l’enorme numero di prenotazioni, segno di grande interesse da parte della città. Una grande attesa, che l’iniziativa in programma è riuscita a intercettare. A meno che non sia davvero questione di “coincidenze astrali”, come ha detto simpaticamente il sindaco Davide Galimberti, coincidenze che hanno reso l’iniziativa davvero indovinata. “La riscoperta di questo luogo di grandi camminate e di profondo attaccamento da parte dei varesini, può essere uno dei punti di riferimento della città”, ha detto Galimberti.

E’ stato compito di Speziali quello di richiamare i tre momenti di questa operazione-Sommaruga: la visita, possibile fino a fine luglio, di parte del Grand Hotel Campo dei Fiori, che consente anche la visita di una galleria di immagini di Sergio Ramari; la visita alla mostra presso la sede varesina dell’Archivio di Stato, dove si possono ammirare i disegni originali del grande architetto; l’ultima mostra che, il 22 giugno, si aprirà presso Palazzo Lombardia a Milano, un’occasione per conoscere il percorso dalle prime alle ultime opere del Sommaruga.

E’ stato lo stesso curatore dell’iniziativa ad anticipare che il riconoscimento Best Liberty City, che lo scorso anno fu assegnato a Catania, quest’anno andrà a Varese.

Andrea Zoccoli, responsabile del progetto per il Fai Giovani Varese, ha spiegato che ben 50 saranno i volontari Fai, provenienti da tutta la Lombardia e adeguatamente formati, a supportare le visite del Grand Hotel Campo dei Fiori: piccoli gruppi di non più di 20 persone saranno accompagnati a visitare il grande edificio in tutti i weekend fino a fine luglio. Una “urban esxploration” più che una visita tradizionale l’ha definita Zoccoli. Invece Buffarello, a nome della nuova proprietà di Palace e Campo dei Fiori  Gruppo Alton-Amapa, ha ribadito la forte volontà di stoppare il degrado e di ridare dignità a questi edifici che sono opere d’arte. Mentre il professor Eugenio Guglielmi (Università di Firenze) ha definito Sommaruga “architetto della metamorfosi della natura”. Infine Claudia Caramel ha ricordato come questa riscoperta del Sommaruga è da collocare dentro il programma “Censire la bellezza” partito nel 2011.

Gli ultimi due relatori fanno parte del Comitato nazionale per le celebrazioni del Sommaruga, di cui fa parte anche il varesino Paolo Zanzi.

 

27 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Aperte celebrazioni del Sommaruga con visita al Grand Hotel Campo dei Fiori

  1. andreaspeziali il 29 maggio 2017, ore 17:16

Rispondi

 
 
kaiser jobs