Varese

Varese, Al via con “Traviata” il grande festival di Silvia Priori “Terra e Laghi”

Silvia Priori con l'assessore alla Cultura Roberto Cecchi

Silvia Priori con l’assessore alla Cultura Roberto Cecchi

Un gesto di affetto e di consapevole radicamento quello di Silvia Priori, fondatrice e appassionata direttrice di Teatro Blu, che ha voluto lanciare la nuova edizione di “Terra e Laghi”, festival internazionale di teatro nell’Insubria e nella Macroregione Alpina, e partire con il grande viaggio del festival, proprio a Varese e da Varese.

Lei che ha la sede del suo teatro nella Piccola Spoleto di Cadegliano Viconago, negli spazi della casa che fu dell’indimenticabile maestro Menotti, lei che ormai viaggia ovunque con il suo festival, lei che guarda con attenzione alle eccellenze del territorio ben al di là dei confini locali, lei ha scelto di lanciare il festival nel Salone Estense di Varese e di rappresentare il primo spettacolo nel teatro di piazza Repubblica.

Un festival teatrale giunto alla sua undicesima edizione merita attenzione a prescindere da quantità e qualità della proposta. Ma questo festival, che è stato presentato ieri da Sivia Priori con l’intervento dell’assessore alla Cultura del Comune di Varese, Roberto Cecchi, e della consigliera delegata alla Cultura della Provincia, Cristina Riva (assenti ahimè i rappresentanti del Pirellone), e con un breve assaggio dello storico “Tango di periferia” con l’ottimo Gerboles, si dimostra capace di unire una lunga storia ad una qualità di proposta che cambia e migliora ogni anno, come dimostra il ricco cartellone di questa edizione.

A partire dallo spettacolo che aprirà il festival e che si terrà l’1 giugno, alle ore 21, presso il Teatro Openjob Metis di Varese: “Traviata”. Una donna passionale e travagliata, la Violetta messa in scena, punto di approdo di una trilogia che, in passato, aveva visto la Priori impersonare altre due eroine, Butterfly e Carmen. Anche in questo caso la passione è al centro della messa in scena, che vedrà la straordinaria presenza della soprano Kaoru Saito.

Una partenza col turbo, omaggio a Varese, radici e prima dimora del festival, ma anche omaggio al grande mondo del teatro e dell’opera. Ma solo un punto di partenza, perché poi il festival va avanti, cammina sulle spalle di grandi presenze: sfogliando il bel programma, che unisce spettacoli e location d’eccellenza dell’area insubrica, incontriamo grandi nomi come Serena Sinigaglia e Gabriele Vacis, Lucilla Giagnoni e Daniele Finzi Pasca, Eugenio Bennato e Kuniaki Ida. E poi tanti titoli e tante location transfrontaliere e transregionali.

La conferma, se mai ce ne fosse bisogno, che Silvia Priori e il suo Teatro Blu, continuano a navigare sicuri nel grande oceano della bellezza.

 

27 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs