Politica

Politica, Il viaggio dell’inclusione del sindaco Aimetti presto diventerà un libro

 

Silvio Aimetti nella tappa varesina

Silvio Aimetti nella tappa varesina

Mettersi in viaggio per la provincia di Varese, ascoltare e dialogare per includere punti di vista, esperienze, competenze e bisogni nell’attività amministrativa e politica. Silvio Aimetti, Sindaco di Comerio, lo aveva annunciato a febbraio. E ha mantenuto la promessa: la prima metà del viaggio è compiuta, 12 incontri con rappresentanti del sociale, dell’impresa, dello sport, del volontariato, della scuola, del lavoro, della pubblica amministrazione, della Chiesa e dei giovani.

Ecco i loro nomi: Maria Grazia Crippa Presidente Associazione di promozione sociale SOMSART, Simone Foti Presidente Comitato locale CRI del Medio Verbano, Fabio Aimini Studente universitario, Roberta Bettoni Cooperativa lotta contro l’emarginazione, Simone Franceschetto Product manager, Fabrizio Brogi Presidente Nau S.p.a, Laura Cavalotti Sindaco di Tradate, Roberto Bof Giornalista e molto altro, Carolina Perfetti Segreteria regionale SPI CGIL, Don Luigi Milani Vice parroco di Gazzada Schianno e Lozza, Vittorio Cosma Artista e compositore, Cristina Boracchi Preside del Liceo Classico Crespi di Busto Arsizio.

Al centro i temi dell’inclusione, dello sviluppo e della coesione della nostra società. “I partiti politici in questo momento storico sono molto concentrati, sia all’interno che tra loro, in una estenuante battaglia di potere – spiega Aimetti -. E’ necessario invece aprire in modo convinto e non figurato le porte a chi per merito, competenza ed onestà è disponibile a dare il proprio contributo al servizio della comunità e dell’Italia. Questi incontri mi hanno fatto capire l’estrema vitalità della nostra società civile. E’ ora di coinvolgerla seriamente per la costruzione di una proposta innovativa”.

Un lavoro continuo, e che infatti non si ferma. Nelle prossime settimane il viaggio continuerà con ulteriori dialoghi nel campo della sanità, della new economy, della cultura e con persone che stanno affrontando momenti difficili per la mancanza di lavoro e prospettive di vita. Per dare concretezza e continuità al percorso, gli incontri verranno tutti raccolti in un libro. “E’ giusto lasciare una traccia di questa esperienza – sottolinea Aimetti -. Un contributo per tutti coloro che vogliono proseguire su questa strada: ascoltare, includere, coinvolgere e dare spazio. E’ il cuore della buona politica che si mette al servizio del territorio”.

18 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi