Varese

Varese, Strega, arriva il super-musical dei ragazzi della Comunità Don Gnocchi

Un momento del musical

Un momento del musical

Sono pronti a una nuova sfida i ragazzi della Comunità Pastorale Don Gnocchi di Varese (Bizzozero, Bustecche, Giubiano, Lazzaretto, San Carlo), che dopo il successo delle quattro rappresentazioni di Hairspray tra il 2012 e il 2014, e i duemila spettatori mobilitati nel 2016 per le prime due repliche di STREGA, domenica sera (14 maggio) alle 20:30 riportano sul palco del Teatro di Varese Openjobmetis le magiche atmosfere del musical ambientato nel fatato mondo di Oz, chiudendo così come da tradizione la rassegna teatrale AmaTe.

Un cast artistico di quarantadue attori e ballerini in scena; oltre cento costumi bizzarri e colorati; settanta tra tecnici, costumisti, scenografi, attrezzisti, coristi coinvolti nell’allestimento; scenografie spettacolari, mirabolanti effetti speciali, un testo brillante e accattivante frutto del lavoro dei creativi della Compagnia.

Questi in sintesi i numeri e gli ingredienti di una produzione straordinaria, espressione, nel linguaggio universale del teatro, di una Comunità viva, pulsante, trainante nel panorama sociale della città. E una macchina complessa come questa non può funzionare senza piloti esperti e appassionati: don Marco Usuelli, sacerdote della Comunità, il vero punto di riferimento dei ragazzi artefici dello spettacolo, e, per la parte artistica, Alberto, responsabile della regia (e non solo), lanciato in una carriera nel campo delle produzioni pubblicitarie, però con gradite incursioni, come in questo caso, in altre forme creative come il teatro o il cinema.

Sotto la sua guida, le due protagoniste Amanda D’Arrigo e Maria Grazia Napoli, indiscusse regine del palcoscenico, sono affiancate da talentuosi e poliedrici interpreti: nei ruoli principali, Roberto Farina, Andrea Pillon, Elena Nova, Beatrice Guerzoni, Luigi Cappello, Luigi La Marca. La trama narra del rapporto tra le streghe Elphaba e Galinda, fatto di diffidenza, di ostilità, poi di amicizia, di incomprensione, di tradimento e infine di riconciliazione: una parabola che rappresenta un po’ il percorso naturale delle vicende umane e delle relazioni tra le persone.

Un messaggio profondo che di certo si porteranno dentro, come lascito di questa fantastica esperienza, sia gli spettatori, sia coloro che si esibiranno sul palco o che semplicemente hanno donato il proprio tempo e il proprio impegno per il successo dell’evento. Non sarà questo l’unico lascito dello spettacolo di domenica sera, in linea con il più genuino spirito solidale della Rassegna AmaTe (che, vale la pena di ricordarlo, è stata organizzata dal Teatro di Varese e patrocinata e sostenuta dal Comune di Varese): il ricavato del musical “Strega” sarà infatti destinato alla Caritas Diocesana di San Benedetto del Tronto per le opere a favore delle popolazioni del Centro Italia duramente colpite dal terremoto del 2016.

Un obiettivo di solidarietà fortemente voluto dai ragazzi della Comunità Pastorale Don Gnocchi, che proprio nelle zone terremotate hanno vissuto una profonda e toccante esperienza di volontariato e di impegno sociale, dedicando parte delle proprie vacanze natalizie a prestare servizio nelle località delle Marche e dell’Abruzzo occupate dagli sfollati, ma soprattutto toccando con mano la devastazione del sisma e le difficoltà quotidiane attraversate dalle popolazioni locali.

STREGA – Cronache dal Mondo di Oz (con il supporto della Compagnia della Gru e di Lions Clubs International) Domenica 14 maggio ore 20:30, Teatro di Varese Openjobmetis, p.za Repubblica. Ingresso 12,50 euro – ridotto ragazzi fino a 14 anni 7,50 eu

12 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs