Varese

Varese, Concerto del Liceo Manzoni al Santuccio, da Pergolesi a Beethoven

violinoUn percorso formativo ad alto profilo, capace di coniugare l’attenzione alle materie liceali con un approfondimento delle discipline legate alle musica, valorizzate non solo e non tanto sul piano strettamente tecnico ma soprattutto come strumento di crescita degli allievi quali persone.

Quello del Liceo Musicale Manzoni di Varese è un modello di scuola superiore innovativo: del resto, i primi corsi risalgono a non più di sei anni fa, quando furono tra i primi avviati in Italia con l’entrata in vigore della riforma della scuola secondaria superiore. Oggi i suoi allievi sono pronti a offrire degli spettacoli ad alto profilo alla città e a tutte le persone interessate ad accostarsi alla musica della grande tradizione classica, ma non solo.

Un esempio? L’appuntamento della serata di venerdì 12 maggio, quando gli studenti del Liceo Musicale Manzoni eseguiranno brani che richiedono un’elevata capacità espressiva da parte degli esecutori.

Saranno momenti piacevoli, ma soprattutto interessanti sul piano musicale quelli offerti da ragazzi che sanno che cosa vuol dire dedicare molte delle proprie ore allo studio delle sette note. Lo confermano i risultati lusinghieri da loro conseguiti nei vari concorsi: così, soltanto per citare gli ultimi successi, a Tradate in questi giorni ci sono stati il primo premio assoluto ottenuto da Fabrizio Buzzi al contrabbasso e il primo premio al pianoforte conquistato da Fabio De Bortoli nonché dalla formazione di musica da camera composta da Giada Melotto e Sofia Civiletti, rispettivamente al violino e al pianoforte. Da citare anche il secondo posto di Lara Bistoletti.

Ritornando alla serata di venerdì, tante le pagine musicali di rilievo che potremo ascoltare: è il caso della Romanza in Fa per Violino e Orchestra di Ludwig Van Beethoven oppure del celeberrimo Carnevale degli Animali di Camillo Saint Saens, eseguito nella sua versione con pianoforte a quattro mani, flauto, clarinetto e percussioni insieme all’Orchestra d’Archi del Manzoni. O ancora, La Serva Padrona, intermezzo buffo in due atti di Giovan Battista Pergolesi, e i brani proposti dall’Ensemble di Canto.

Un appuntamento dunque rivolto a tutti, che prenderà il via alle 20.30.

 

11 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs